E voi prendete le dovute precauzioni per evitare rischi di sicurezza sul vostro smartphone Android?

WhatsApp rilascia un nuovo update grafico e pensa alla monetizzazione

Stabilità nella propria posizione e mancanza di obiettivi strategici verso il futuro sembrano non essere fattori propri del team di WhatsApp che non solo ha ufficialmente rilasciato dei nuovi minor update rispetto l’interfaccia grafica quanto, secondo gli ultimi report, sarebbe anche al lavoro su di una funzione di monetizzazione.

Almeno è questo quanto trapelato dal nuovo update dell’app di messaggistica insieme ai primi rumors svelati da Reuters rispetto i piani di crescita che Facebook, controllante del servizio, starebbe pensando per iniziare a sfruttare l’ampio potenziale del servizio.

Interfaccia: allegati e video-chiamate WhatsApp più intuitive, con una nuova collocazione tasti

Andando per ordine e focalizzandoci sull’ambito grafico, le novità integrate in WhatsApp Beta 2.17.93, mostrano un crossing-over con alcuni cambiamenti evidenziati in Facebook ed Instagram.

Screenshots dalla versione 2.17.93 di WhatsApp Beta.

Il primo dettaglio riguarda le icone relative gli allegati, il main button è stato infatti ricollocato nell’area di scrittura sul versante opposto del display al fianco di una nuova icona fotocamera, più moderna e squadrata.

Molto più interessante è invece la scelta di distinguere le chiamate vocali dalle video-chiamate fornendo a queste ultime un proprio tasto collocato nel vertice alto della barra di chat, proprio lì dove gli allegati hanno fatto spazio creando qualcosa di molto più intuitivo e pratico.

Monetizzazione WhatsApp: Facebook punta a sfruttare il servizio nell’ambito Business

Nell’ultimo anno, sin dall’acquisizione da parte del colosso di Zuckerberg, le voci di un possibile business plan dedito a rendere WhatsApp un servizio remunerativo per l’azienda avevano generato timore e scalpore tra i più.

Se da un lato si temesse ancora per l’introduzione di un costo di servizio, pur se rimosso rendendo WhatsApp gratuita sia su Android che iOS, le novità emerse rivelerebbero la possibile nascita di una versione Business interamente dedicata alle aziende.

Nella fattispecie si tratterebbe di servizi di messaggistica istantanea legati alla necessità d’inviare e scambiare informazioni in modo automatizzato e celere, già in fase di di test in India, come nel caso specifico di una startup per collari per mucche che starebbe sfruttando l’app per inviare alerts rispetto stati di stress o di cattiva alimentazione dei capi d’allevamento posti in esame tramite wearable.

Nulla che interessi quindi la maggior parte degli utenti comuni da vicino, tutto ciò risulta però interessante nell’ottica della comprensione dei piani e dei possibili sviluppi che anche un servizio Business potrebbe poi avere sulla qualità e le funzioni di quello “consumer” a cui siamo abituati.