Xiaomi Mi Mix 2: sensore a schermo e display full-body

Le novità visionate al MWC 2017 hanno evidenziato come uno dei primissimi trend del comparto smartphone sarà quello di fornire un nuovo form factor all’insegna di dispositivi quasi futuristici dotati di cornici ridotte, con la superficie display massimizzata con il record che potrebbe appartenere allo Xiaomi Mi Mix 2.

Proprio il colosso asiatico, non nuovo a queste inclinazioni dopo il grande successo derivato dall’esperimento Xiaomi Mi Mix, potrebbe glissare l’idea proponendo un’interessante miglioramento con un estensione del display pari a ben il 93% della superficie dello stesso oltre ad interessanti novità funzionalità derivate dalla scelta.

Xiaomi Mi  Mix 2: display quasi full-body e sensore d’impronte a schermo

 

Le indicazioni giunte da ambienti prossimi al colosso asiatico rivelano come si lavori ad un progetto pronto ad estendere il display body-ratio (ovvero il rapporto di superficie tra display e cornici) ad una percentuale pari al 93% prossima, seppur non del tutto, ad un full-body sicuramente atteso dai più.

Tale decisione vincolerà anche molte delle altre scelte funzionali, non di meno quella della collocazione del sensore d’impronte che a tal punto potrebbe essere integrato a schermo sfruttando la nuova tecnologia sfoggiata da Goodix. Una scelta sicuramente interessante in termini anche di semplificazione dell’uso all’utente al quale ci si aspetta l’affiancamento di un notevole lavoro lato software per l’implementazione di specifiche gestures e features per incrementarne l’impatto.

Form Factor: Xiaomi potrebbe dettare le regole per le prossime generazioni smartphone 

L’attuale mercato mobile, dopo un primo rallentamento relativo il concept design ed il form factor evidenziato già da LG nel 2015, sta infatti intraprendendo due diversi percorsi netti e distinti puntando, da un lato, al ricorso a prodotti meno tecnologici ma maggiormente funzionali con un design anche retrò e, dall’altro, ad elementi completamente nuovi anche nell’immaginario collettivo.

Xiaomi Mi Mix 2 sembra indirizzato verso quest’ultima strada, scelta distinta rispetto tanti dispositivi che sembrano aver invece puntato su di un ottimizzazione di elementi – quali anche il tasto fisico – adattati al nuovo contesto, e la sfida più interessante sembrerebbe essere proprio con LG pronta a ritagliarsi un ruolo non marginale in termini d’innovazione intelligente.