Xiaomi Redmi Note 4, quando low-cost non significa scadente

Gli smartphone sono oramai diventati un’estensione del nostro corpo e non possiamo più farne a meno. Tuttavia all’acquisto di un nuovo device tutti gli utenti si trovano spaesati e non sanno quale modello scegliere; tale confusione è generata dai tanti modelli messi in commercio ogni anno dalle varie case produttrici. Oggi siamo qui per fare chiarezza, per aiutarvi e per presentarvi uno smartphone che ci ha davvero stupiti; stiamo parlando di Xiaomi Redmi Note 4.

Xiaomi Redmi Note 4 – Confezione e dotazione

Xiaomi Redmi Note 4

La confezione è la solita alla quale l’azienda ci ha abituati; sul lato frontale è raffigurato il bellissimo design con cui è stato costruito il dispositivo, mentre sul retro sono elencate alcune caratteristiche. All’interno della scatola, oltre ad essere contenuto Lo Xiaomi Redmi Note 4, è presente una graffetta per la rimozione del carrellino della sim, un cavetto USB/MicroUSB per la ricarica, alcuni fogli illustrativi e infine una presa da muro in versione cinese.

La dotazione è nella norma; tuttavia la presa da muro in versione cinese non ci è piaciuta affatto e l’avremmo, ovviamente, preferita nella versione europea per poterla utilizzare.

Design

Xiaomi Redmi Note 4

Il design di Xiaomi Redmi Note 4 sembra ricordare in tutto e per tutto Huawei Mate S, presentato lo scorso anno, ed è caratterizzato da una scocca in metallo, che dona al dispositivo un aspetto di robustezza e, allo stesso tempo, eleganza. Non è facile trovare il connubio perfetto tra le due cose, ma l’azienda ci è riuscita alla grande. Il metallo utilizzato è opaco e restituisce alla vista e al tatto una sensazione molto gradevole.

Sul retro lo smartphone è leggermente curvo verso i bordi e questo ne assicura un’ottima ergonomia. Si riesce ad utilizzare in ogni occasione senza alcun problema di sorta, anche se consigliamo vivamente l’utilizzo di una cover dato che il metallo è molto scivoloso.
Le dimensioni di 15.10 x 7.60 x 0.84 cm ne assicurano una buona presa; il tutto è reso possibile anche grazie al peso di soli 175 gr.

Sul lato frontale, oltre al display, sono presenti un sensore di luminosità, la fotocamera anteriore, un led di notifica e tre pulsanti touch; in basso è presente il microfono principale, lo speaker e l’ingresso MicroUSB; sul lato sinistro troviamo il carrellino che può essere estratto con il semplice utilizzo della graffetta fornita nella confezione; in alto fa la sua comparsa un sensore per la tecnologia a raggi infrarossi; sulla parte destra, è presente il tasto di accensione e i tasti per la regolazione del volume; sul retro infine spicca il logo dell’azienda, una fotocamera con flash ed un sensore per le impronte digitali.

Display

Xiaomi Redmi Note 4

Xiaomi ha scelto per questo dispositivo uno schermo IPS da ben 5.5 pollici FullHD che, a differenza di uno schermo AMOLED presenta colori meno accentuati e più realistici. Si tratta però di gusti dato che ogni utente può preferire l’uno o l’altro. Gli angoli di visione sono ottimi e dal nostro punto di vista i colori sono ben calibrati.  Non si poteva desiderare di meglio per la fascia di prezzo dove il dispositivo si colloca.

Ottima la funzionalità, attivabile/disattivabile attraverso le impostazioni, che ci consente di accendere lo schermo con due tocchi, anche se non ci permette di spegnerlo allo stesso modo. Sotto la luce il display si fa apprezzare e non abbiamo riscontrato problemi con il sensore di luminosità e con la relativa regolazione.

Hardware e prestazioni

Xiaomi Redmi Note 4

Lo smartphone è stato dotato del processore Mediatek Helio X20, affiancato ad una GPU Mali T880. Sono disponibili due configurazioni del terminale: una con a bordo 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna e l’altra da 3 GB di RAM e 64 GB di memoria, espandibili tramite Micro SD a patto di rinunciare all’inserimento della seconda scheda SIM.

La versione che abbiamo provato noi di Android Caotic corrisponde alla seconda. Entrambi i modelli supportano la rete LTE fino a 300 Mbps, il Wi-Fi e il Bluetooth 4.2. Manca invece, per la variante con 2 GB di RAM, il supporto alla banda Wi-Fi a 5 GHz.

Audio e ricezione

Xiaomi Redmi Note 4

Xiaomi Redmi Note 4 mette a disposizione degli utenti una caratteristica molto acclamata all’interno del mercato. Infatti all’interno dello smartphone abbiamo la possibilità di inserire o due schede SIM oppure una scheda SIM e una Micro SD. L’audio, durante le chiamate, è ottimo sia per il mittente che per il ricevente.

Lo speaker, nella parte bassa, riesce a garantire un suono potente ma allo stesso tempo ben calibrato. Certo, alcune volte si possono riscontrare delle imperfezioni, ma bisogna tenere in considerazione il prezzo finale del prodotto.

Batteria

Xiaomi Redmi Note 4

Ad alimentare il tutto troviamo una batteria non estraibile da ben 4100 mAh, capace di garantire un’ottima autonomia anche con un utilizzo intenso, permettendo di arrivare a fine giornata senza particolari problemi. Se addirittura siete soliti usare poco lo smartphone, il dispositivo è in grado anche di resistere senza carica per due giornate consecutive.

Non abbiamo riscontrato anomalie o cali improvvisi di percentuale della batteria. Ovviamente usando i risparmi energetici e le dovute accortezze, il dispositivo è in grado di garantire una durata della batteria più duratura di quanto non lo sia già. Sicuramente questo è uno dei punti di forza di questo terminale che non rinuncia alla caratteristica di cui molti utenti necessitano.

Software

Xiaomi Redmi Note 4

Lo smartphone è equipaggiato dalla versione MIUI 8 di Xiaomi che introduce due importanti novità rispetto alle versioni precedenti: Second space e dual apps. Il primo consiste nell’avere a disposizione un secondo spazio dove è possibile modificare tutto, tra cui sfondo, impostazioni, app, password; insomma ci sembrerà di avere a disposizione un secondo smartphone.

Il secondo, consente, per ogni applicazione installata sul telefono, di avere a disposizione un secondo account. Nessun problema per quanto riguarda il resto del sistema operativo che ci è sembrato essere molto fluido e senza nessun rallentamento. Da sempre il sistema non è pensato per gli utenti occidentali, quindi l’interfaccia potrebbe non piacerci da subito, ma col tempo ci si può fare l’abitudine.

Fotocamera

Xiaomi Redmi Note 4

Xiaomi Redmi Note 4 è dotato di una fotocamera posteriore da 13 MP f/2.0 e di una fotocamera anteriore da 5 MP. Il comparto fotografico costituisce da sempre un elemento importante per tutti i lettori, proprio per questo l’abbiamo analizzata nei particolari nella bellissima città di Londra.

Per quanto riguarda la fotocamera posteriore, le foto scattate con ottima condizione di luce ci hanno soddisfatto. Quando la luce scarseggia si riescono ad ottenere delle foto discrete, ovviamente tenendo la mano ferma. Nulla da dire sul bilanciamento dei colori, mentre l’HDR, alcune volte, secondo il nostro metodo di giudizio, è risultato troppo invasivo.

I video in FullHD sono discreti, così come la fotocamera anteriore da 5 MP che di certo non ci ha entusiasmato per le sue foto. Stiamo parlando di una fotocamera che non apporta nulla di nuovo nel settore, ma come sempre, per questo terminale, dobbiamo tenere in considerazione la fascia di prezzo in cui si colloca.

Acquista – GearBest.it

Xiaomi Redmi Note 4
Per maggiori informazioni è possibile recarsi alla pagina del prodotto.

Xiaomi Redmi Note 4 è disponibile su GearBest ad un prezzo di 197,16 euro a cui non vanno aggiunti i costi di spedizione. Il prezzo del terminale è ottimo se consideriamo le ampie caratteristiche e funzionalità offerte dal dispositivo della casa cinese.

Conclusioni

Alla luce delle caratteristiche offerte, dopo aver analizzato a fondo Xiaomi Redmi Note 4 possiamo dire senza troppi giri di parole che si tratta sicuramente di un ottimo terminale e ne consigliamo l’acquisto a tutti gli utenti che sono stufi delle marche più blasonate, poiché questo riesce ad offrire anche qualcosa in più contrapponendosi ai device di brand più blasonati, caratterizzati da prezzi ben più elevati.