Google Assistant

Google Assistant avrà un lato più umano grazie a Pixar e Onion!

Per tanti il 4 Ottobre 2016 ha sancito la fine dell’era Nexus e l’inizio di quella Pixel, ma il vero fulcro dell’evento è stata la presentazione di Google Assistant, ovvero l’evoluzione di Google Now. Big G sembra non aver lasciato nulla al caso in questa occasione: a conferma di ciò, alcuni rumors in rete narrano di collaborazioni avvenute con scrittori dei Pixar Studios e The Onion.

Il nuovo assistente vocale di Big G permetterà di essere utilizzato su più device (Home ad esempio) e raccoglierà tutti i dati possibili per poter fornire una migliore esperienza all’utente finale nel mondo Google. Per comprendere meglio come mai a Mountain View hanno deciso di chiedere la collaborazione di queste due compagnie è necessario presentarle rapidamente.

Google Assistant
Una cooperazione maggiore con tutti i device per un’esperienza perfetta: ecco la mission di  Google Assistant.

Pixar è una casa di produzione cinematografica specializzata in lungometraggi in computer grafica (Toy Story non vi dice nulla?) mentre The Onion è il sito di satira più famoso al mondo. Google ha deciso di avvalersi della loro collaborazione per creare un software ancora più “umano”, che riconosca anche il tono di voce degli utenti e che sappia essere meno robotico.

Google Assistant
Toy Story è stata una delle produzioni di maggior successo della Pixar.

Spesso gli assistenti vocali infatti peccano della capacità di improvvisazione e interpretazione di alcune frasi, restituendo risposte scialbe e raramente efficaci. Google quindi ha cercato di trovare una soluzione a questo problema affidandosi ai numeri uno del settore.

Google sta cercando così di creare un software con un animo più umano, trasformandolo come un nostro amico con il quale possiamo interagire tranquillamente svariando su diversi discorsi. Attraverso queste due collaborazioni il progetto potrebbe godere di una grande spinta per tentare di confermarsi come il miglior assistente vocale presente sul mercato. Noi siamo molto entusiasti di questo, ma vorremmo anche conoscere la vostra opinione a riguardo!