Google Pixel

Google Pixel e Pixel XL: ecco cosa aspettarsi dalla presentazione

Negli ultimi anni Google si è impegnata nella produzione di alcuni smartphone rilasciati sul mercato e creati in collaborazione con i produttori più importanti. Quest’anno, come molti già sapranno, l’azienda ha deciso di cambiare strategia e di proporre agli utenti un marchio che è una novità nel settore smartphone, ma molto conosciuto dagli appassionati: stiamo parlando di Google Pixel.

Da dove nasce il marchio Pixel?

Google PixelIn passato, Google ha assegnato il marchio Pixel ad alcuni notebook di fascia alta rilasciati sul mercato e ad un convertibile che ha preso il nome di Pixel C. Come per il precedente marchio Nexus, anche quest’ultimo si è voluto nel tempo e all’inizio era riferito all’elevata risoluzione di cui era dotato il display di Chromebook Pixel, il laptop dell’azienda basato sul sistema operativo Chrome OS.

Da allora, ci sono state varie speculazioni riguardanti il rilascio di alcuni smartphone creati con questo marchio e durante l’evento programmato per il 4 ottobre dovremmo poter finalmente assistere al lancio dei due nuovi device della società.

È importante notare che il passaggio da Nexus a Pixel rappresenta un grande cambio di strategia per l’azienda e tutti i riflettori sono adesso puntati su questi due nuovi terminali. In questo caso, l’azienda produttrice e partner di Google è HTC, che ha costruito un terminale per Google e che a sua volta lo commercializzerà sul mercato con il proprio marchio.

Google Pixel e Pixel XL – Design

In giro per il web sono emersi vari dettagli riguardo l’arrivo di questi due smartphone, ma le ultime foto apparse online, che ritraggono Google Pixel e Pixel XL, sembrano essere quelle definitive.

Le immagini raffigurano due terminali costruiti interamente in metallo e sul retro, oltre al sensore per le impronte digitali, appare un piccolo spazio in vetro che non sappiamo a cosa potrebbe essere utile. L’ultima speculazione a proposito del design e il marchio riguarda la presenza di una lettera “G” sul retro che starebbe ad indicare l’azienda di Google e l’appartenenza del terminale.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Come accennato prima, negli ultimi mesi si è molto discusso circa le specifiche dei due terminali, le cui caratteristiche definitive dovrebbero essere quelle elencate a seguito:

Google Pixel Google Pixel XL
Sistema operativo Android 7.1 with Google UI Android 7.1 with Google UI
Processore Qualcomm Snapdragon 821 Qualcomm Snapdragon 821
RAM 4GB 4GB
Display 5-inch AMOLED 1920×1080 5.5-inch AMOLED 2560×1440
Fotocamera 12MP rear, 8MP front 12MP rear, 8MP front
Betteria 2,770mAh non-removable 3,450mAh non-removable
Connettività USB Type-C, Bluetooth 4.2 USB Type-C, Bluetooth 4.2
Impronta digitale Yes Yes
Memoria interna 32GB/128GB 32GB/128GB
Certificazione IP IP53  IP53

 

Se le specifiche dovessero rivelarsi corrette, Pixel e Pixel XL faranno parte dei primi dispositivi ad essere spediti con il nuovo Qualcomm Snapdragon 821. La risoluzione di Pixel andrebbe inoltre a favore della durata della batteria, che dovrebbe riuscire a garantire una giornata di utilizzo. Il sensore fotografico presente a bordo sarà invece lo stesso montato su HTC 10, con delle migliorie a livello software apportate ovviamente da Google.

Software e considerazioni finali

Quello che è davvero importante per questi nuovi terminali, è la parte software, che sarà sicuramente un punto di forza dato che, come già fatto in passato, Google si impegnerà al massimo per garantire un’ottima esperienza utente grazie alle ottimizzazioni apportate.

Ci aspettiamo che Google possa distribuire i terminali con a bordo Android 7.1 Nougat, che dovrebbe essere rilasciato ad inizio ottobre. Le aggiunte al sistema di Google per Pixel e Pixel XL, a differenza degli altri anni, dovrebbero riguardare il double tap to wake, una modalità notturna per ridurre le emissioni di luce blu e una sezione di supporto dedicata all’interno delle impostazioni che fornirà la possibilità di chiedere a Google un aiuto. Voi che ne pensate?