diffusione android settembre 2016
diffusione android settembre 2016

Diffusione Android settembre 2016: Marshmallow cresce, ma Lollipop tiene duro!

Se siete tipi a cui piacciono le statistiche siete capitati nel posto giusto! In questo articolo vi mostreremo i dati sulla diffusione del sistema operativo Android relativi al mese di settembre 2016.

Diffusione Android settembre 2016

Come ogni mese, in base alle visite ricevute sul Play Store, Google effettua delle indagini sulla distribuzione del suo sistema operativo. Quella di settembre non vede variazioni sostanziali rispetto a quella del mese precedente, ma fan ben sperare in un cambiamento nelle politiche di aggiornamento software dei vari produttori.

distribuzione android settembre 2016 marshamllow lollipop
Distribuzione Android di settembre 2016

Dall’immagine possiamo vedere come Android Marshmallow sia ora presente sul 18.7% dei dispositivi che hanno effettuato l’accesso al Play Store. Si tratta senza dubbio di un dato incoraggiante, dato che in un solo mese si è avuto un incremento di ben 3,5 punti percentuali.

Incoraggiante è anche il fatto che sia stato solo Android 6 a vedere un incremento della sua diffusione. Come è logico che sia infatti, sono diminuite le percentuali dei device ad aver installate le vecchie versioni del sistema operativo del robottino verde.

La diffusione di Android KitKat ha subito un decremento, su base mensile, dell’1,5%, Jelly Bean dell’1,1% ed Ice Cream Sandwich e Gingerbread di 0,2 punti percentuali.

A giudicare dai dati, Lollipop tiene duro, nonostante un decremento mensile della sua diffusione dello 0,5%, essendo installato sul 35% dei terminali Android, è ancora il sistema operativo più diffuso.

diffusione android agosto 2016
Diffusione del sistema operativo di Google ad agosto 2016

Nella classifica, purtroppo, non compaiono dati relativi alla diffusione di Nougat. Essendo stato rilasciato solo poche settimane fa, forse non ha ancora i numeri per entrare in una classifica del genere.

Vedremo come cambierà la situazione nei mesi a venire, e se, come Google vorrebbe, i vari produttori di smartphone si adopereranno per rilasciare aggiornamenti in tempi sempre più brevi. Volete fare previsioni?

 

Fonte