USB-IF

USB-IF stila uno standard per la produzione degli alimentatori

Oggi a San Francisco si è riunito l’USB-IF (Implementers Forum), ovvero il comitato che certifica i prodotti USB, con l’intento di stilare le linee guida per la produzione degli alimentatori USB. Oggi questo standard è diventato molto utilizzato in qualsiasi ambito: quasi tutte le periferiche funzionano con un cavo che sfrutta questa tecnologia, compresi i caricabatterie degli smartphone e dei laptop.

USB è l’acronimo di Universal Serial Bus, ed è nato a metà anni 90 per poter rendere più semplice e comodo collegare diverse periferiche (stampanti, modem o mouse) ai computer. Negli ultimi anni questo standard si è evoluto per capacità di trasferimento dati (USB 3.0) e per effettuare le operazioni di carica batteria.

USB-IF
L’USB Type C prende sempre più piede grazie ai suoi tanti vantaggi.

Attualmente sta prendendo sempre più piede l’utilizzo di alimentatori che sfruttano il nuovo standard Type C, che offre una completa reversibilità, elevata capacità di trasferimento dati e una portata di corrente maggiore. Sfortunatamente però non esiste ancora una certificazione per la loro produzione, il che significa che i consumatori potrebbero ritrovarsi con dispositivi rovinati a causa di prodotti realizzati con poca cura.

I caricabatterie non conformi rappresentato una grossa minaccia per la funzionalità dei dispositivi: proprio per questo la USB-IF (tra le quali partecipano anche Google e Apple) sta cercando di creare una base standard per la progettazione dei componenti degli alimentatori USB Type C.

La USB-IF è una organizzazione senza fini di lucro che promuove l’utilizzo e l’adozione della tecnologia USB, cercando di facilitare lo sviluppo di dispositivi USB compatibili di alta qualità attraverso il suo programma di conformità. Per riconoscere se un dispositivo rispetta questi parametri, è sufficiente controllare la presenza del logo USB Certified.

USB-IF
Piccola infografica per capire meglio in cosa consiste la certificazione USB.

 “I caricabatterie USB certificati daranno agli utenti una fonte di alimentazione interoperabile e un’esperienza senza soluzione di continuità. Dal display, agli smartphone e docking station, l’industria sta implementando l’uso dell’ USB Type-C e USB Power Delivery per poter garantire una ricarica più veloce.” Queste sono le parole di Rahman Ismail, CTO dell’USB-IF.

Ovviamente, le case produttrici saranno quelle che avranno meno problemi a sedersi al tavolo per decidere come intraprendere la strada verso uno standard, mentre il discorso sarà molto differente per chi offre ricambi non originali. Attualmente non sono trapelate altre informazioni a riguardo se non che verrà creato anche un logo apposito per facilitare il riconoscimento in fase di acquisto. In attesa di conoscere gli sviluppi, vi consigliamo di acquistare sempre prodotti certificati e garantiti.