Nel campo dei dispositivi indossabili sono poche le società che sono riuscite a stravolgere le logiche di mercato proponendo device capaci di distinguersi per innovazioni tecniche quanto di design. In particolare, per quanto riguarda gli smartwatch Android, ad oggi siamo abituati a vedere prodotti ricchi di funzionalità ma al tempo stesso limitati e senza alcuna possibilità di espansione a causa delle scelte operate dai produttori. Grazie a BLOCKS, però, sembra che le cose stiano per cambiare radicalmente.

Devono averci visto lungo gli ideatori di questo fantomatico smartwatch quando hanno pensato di lanciare una campagna kickstarter per finanziare la loro singolare idea. Immaginate un singolo dispositivo, magari realizzato anche da un’unica azienda, adattabile allo stile di vita di chiunque indipendentemente dalle loro esigenze, hobby o scopi lavorativi. In maniera similare a quanto proposto da Google con Project Ara, come suggerisce il nome, BLOCKS si propone difatti come un interessante smartwatch basato su un particolare concept modulare.

Avviata il 13 Ottobre 2015, la raccolta fondi della giovane startup ha infatti riscosso fin da subito un discreto successo, raggiungendo l’obiettivo iniziale di 250.000$ in poco meno di un’ora e superando il milione e mezzo di dollari dopo circa una settimana, grazie ai molteplici sostenitori, rendendo realtà il primo smartwatch Android modulare.

BLOCKS – Caratteristiche tecniche e moduli

BLOCKS

Nella sua configurazione standard, lo smartwatch prevede un modulo di base, meglio conosciuto come core o watchface, realizzato in plastica dura resistente a urti, graffi e spruzzi d’acqua (certificazione IP67), nonché caratterizzato dalla presenza di un display touch a colori da 1,35 pollici con protezione Gorilla Glass, SoC Qualcomm Snapdragon 400, 512MB di RAM, 4 GB di storage, connettività Wi-Fi 802.11b/g/n e Bluetooth 4.1, microfono per comandi vocali, motore a vibrazione per il feedback aptico, una batteria da 300mAh capace di garantire fino a 36 ore di autonomia e vari sensori per il monitoraggio dell’attività fisica.

A questo punto vi starete chiedendo: “E allora in cosa si differenzia dagli altri smartwatch presenti attualmente in commercio?” La risposta risiede nel cinturino. Esatto, ciò che rende così speciale BLOCKS è proprio il suo particolare cinturino composto dai moduli di espansione che, collegati tra loro, contribuiscono ad ampliare l’esperienza offerta dal dispositivo. Quest’ultimo potrà quindi avere una lunghezza di 140 mm o 200 mm a seconda del numero di moduli installati.

Stando a quanto annunciato dal team i moduli disponibili al momento del lancio saranno:

  • Extra Battery Module – garantisce il 20% di energia in più per ogni modulo;
  • Heart Rate Module – integra un cardiofrequenzimetro per monitorare il battito cardiaco;
  • GPS Module – permette di usufruire delle funzionalità di geolocalizzazione senza l’utilizzo dello smartphone;
  • NFC Payment Module – aggiunge il supporto ai pagamenti contactless;
  • Adventure Module – permette di monitorare i dati riguardanti altitudine, pressione e temperatura.

A questi, successivamente, si aggiungeranno altri moduli su cui l’azienda sta attualmente lavorando, tra cui un modulo Fingerprint per l’autenticazione biometrica e un modulo SIM che consentirà a tutti gli effetti di trasformare l’orologio in un vero e proprio smartphone da polso, senza dimenticare i moduli per l’espansione di memoria, LED di notifica, ricarica wireless e quant’altro. Per il resto, tutti i moduli sopracitati sono hot-swap, il che significa che possono essere rimossi, sostituiti o scambiati senza dover spegnere lo smartwatch.

BLOCKS
I moduli messi a disposizione da BLOCKS lasciano spazio a infinite possibilità di espansione!

Per il prossimo futuro, inoltre, sono in progetto altri particolari moduli che permetteranno di ampliare ulteriormente le funzionalità del dispositivo offrendo un’esperienza completa a 360 gradi che comprende infinite possibilità di utilizzo. Tra questi potrebbero figurare:

  • Air quality module – permette di monitorare la qualità dell’aria;
  • Camera module – per la scansione dei QR codes o per scatti occasionali;
  • Flash memory module – permette di espandere lo storage da adibire a musica e foto;
  • Stress levels module – Galvanic skin sensor per monitorare la temperatura corporea, battito cardiaco, livello di stress etc.

Detto ciò, vista la natura open source della piattaforma, i moduli potranno liberamente essere progettati da aziende e sviluppatori di terze parti e saranno resi disponibili per l’acquisto da parte degli utenti direttamente sul Blockstore. A tal proposito, la società ha già stretto accordi con oltre 1,500 sviluppatori e ha annunciato che renderà disponibili a breve il Software Development Kit (SDK) e il Module Development Kit (MDK).

Software e funzionalità

Differentemente da quanto possiate immaginare, BLOCKS non avrà a bordo Android Wear, come da consuetudine per gran parte degli smartwatch presenti in commercio, bensì sarà caratterizzato da una versione modificata di Android Lollipop con un’interfaccia sviluppata da un team composto in parte anche alcuni ex ingegneri Google.

BLOCKS

Ma perché preferire Lollipop ad Android Wear? Il team ha giustificato tale scelta affermando che la maggior flessibilità di Lollipop lascia spazio all’integrazione di molteplici funzionalità, in quanto Android Wear ad esempio non include il pieno supporto alle reti cellulare e inoltre avrebbe potuto portare con sé alcune complicazioni per quanto riguarda l’implementazione dei moduli sostituibili. In ogni caso, gli sviluppatori hanno assicurato la piena compatibilità sia con i dispositivi Android che iOS.

Scheda tecnica

Tipo Smartwatch modulare
Marca BLOCKS
Display AMOLED, 1.39″, 400 x 400 pixel, Corning Gorilla Glass 4
Processore Quad-core Qualcomm Snapdragon 400 (4 core ARM Cortex A7 da 1.7Ghz) a 64 bit
Scheda grafica Qualcomm Adreno 306
RAM 512 MB
Memoria interna 4 GB
Wi-Fi 802.11 b/g/n
Bluetooth 4.1
Batteria 300 mAh Li-Ion, non removibile
Sistema operativo Basato su Android 5.0.1 Lollipop
Colori Sunrise Red, Onyx Black, Marble White
Altro Microfono per comandi vocali, Motore a vibrazione per il feedback aptico, Certificazione IP67

Prezzi e piano di rilascio

Coloro che hanno contribuito alla campagna di raccolta fondi hanno ricevuto lo smartwatch a partire da Maggio 2016. Per quanto riguarda la versione retail, invece, sul sito ufficiale del progetto è possibile già da adesso pre-ordinare il modulo base di BLOCKS (disponibile in diverse colorazioni, presenti nelle immagini a seguito) più quattro moduli a scelta al prezzo di 330$ (al cambio circa 290 euro) – spese di trasporto escluse –  inclusa la possibilità di aggiungere moduli extra al costo di 35$ cadauno, con spedizioni previste per Settembre 2016.

In conclusione, ci troviamo di fronte ad uno smartwatch capace di cambiare il nostro modo di vedere i dispositivi indossabili, sovvertendo l’attuale mercato wearable grazie alle innumerevoli possibilità di espansione che si rivelano praticamente illimitate nel lungo termine.
Non ci resta dunque che attendere per vedere se questo particolare prodotto riuscirà a riscuotere il dovuto successo, imponendosi come nuovo standard nel mercato degli smartwatch Android. E voi, che ne pensate?