UFS

Samsung al lavoro su uno slot compatibile sia con le schede microSD che con le nuove UFS

Dopo l’annuncio da parte di Samsung delle nuove schede di memoria removibili basate sullo standard Universal Flash Storage (UFS) 1.0, erano emersi molti dubbi riguardanti l’affermazione di queste ultime come nuovo standard, al posto delle vecchie microSD, a causa dell’incompatibilità tra le due tecnologie. Secondo quanto emerso nelle ultime ore, però, la società sarebbe al lavoro su uno slot compatibile con entrambi i supporti di memoria.

La multinazionale sudcoreana, durante un’intervista rilasciata ai colleghi di Droid-Life, pare infatti aver confermato di essere al lavoro sul design di un socket retrocompatibile che possa supportare contemporaneamente sia le nuove UFS 1.0 che le microSD, rendendo possibile l’interoperabilità tra le due tecnologie, così da poter continuare ad utilizzare le microSD già in possesso anche sui terminali che offriranno il supporto al nuovo formato.

Le nuove schede UFS non sono compatibili con i socket attuali per schede microSD. Tuttavia abbiamo sviluppato un design per il socket che può supportare sia le schede UFS che quelle microSD. Stiamo lavorando con diversi partner nel settore in modo da offrire questa integrazione sui dispositivi di prossima generazione.

UFS
Ecco come saranno le nuove memory card UFS.

Se lo sviluppo dovesse procedere come previsto, l’introduzione del nuovo standard UFS 1.0, capace di offrire prestazioni paragonabili a quelle offerte dagli SSD SATA, con velocità di lettura e scrittura notevolmente superiori a quelle delle migliori microSD, porterà lentamente all’abbandono di queste ultime segnando una nuova era per il settore dei supporti di memoria.

In ogni caso, Samsung ha annunciato la disponibilità di queste nuove memorie nei tagli da 32 GB, 64 GB, 128 GB e 256 GB, ma momento non abbiamo alcuna informazione concreta riguardo prezzi e disponibilità del prodotto. Inoltre, non è ancora chiaro quando potremo iniziare a vedere sul mercato dispositivi compatibili con questo formato. Tuttavia, è probabile che primo smartphone ad offrire il supporto a questa nuova tecnologia sarà proprio il nuovo Galaxy Note 7, l’imminente flagship della società sudcoreana.