OLED

Samsung: display pieghevoli OLED in arrivo a breve

L’anno prossimo potremmo assistere al lancio sul mercato del Samsung Galaxy X, il primo dispositivo dotato di un display OLED pieghevole. Se ne parla da tanto tempo, diversi brevetti sono stati depositati dai produttori, ma l’azienda sudcoreana pare sia quella che abbia trovato la strada giusta per presentarsi sul mercato offrendo questa innovazione.

OLED
Samsung Galaxy S7 Edge: un vero gioiello di design e funzionalità.

Recentemente Samsung ha venduto alcuni stabilimenti dove venivano progettati i propri LCD e ha riprogrammato la divisione business del programma OLED, in modo da poter ottimizzare energie, idee e denaro da investire su questa tecnologia considerata il futuro degli smartphone.

OLED
Dovremo aspettare ancora molto uno schermo simile? Probabilmente meno di quanto immaginiamo

La tecnologia OLED (diodo organico a emissione di luce) permette tramite la sovrapposizione di 3 LED appositamente drogati di emettere i colori primari (verde, rosso, blu) che, a seconda dell’intensità che viene attribuita loro, si illuminano andando a formare il colore. I vantaggi che comporta questo metodo di lavoro consistono in un tempo di risposta inferiore, meno consumi, maggiore angolo di visione, leggerezza, contrasto, brillantezza e flessibilità.

OLED
Un piccolo assaggio del brevetto depositato da Samsung.

È dal lontano 2012 che Samsung deposita brevetti riguardanti schermi pieghevoli, e l’ultimo presentato vede uno schermo OLED capace di piegarsi a metà sia in verticale che orizzontale, permettendo di passare dalle dimensioni di 5’’ a 8’’ in base alle esigenze che avremo. Ovviamente ci saranno anche altre novità, come la possibilità di “sbirciare” le notifiche man mano che lo schermo verrà aperto (floating display), in modo da avere un anteprima graduale senza doverlo aprire completamente.

OLED
Altro screen del brevetto Samsung.

Tutto ciò richiederà uno sforzo anche a livello software: sia le app di casa Samsung che quelle esterne dovranno subire aggiornamenti per supportare queste funzionalità. Come verranno gestite le notifiche e le tante azioni che uno smartphone ci può permettere? E soprattutto, gli utenti apprezzeranno la possibilità di avere un dispositivo pieghevole? Fateci sapere qual è la vostra opinione!