nexus

Google rende disponibili le immagini OTA degli aggiornamenti per i Nexus

Gli utenti Nexus quando comprano i device di casa Google sanno che uno dei principali vantaggi di acquistare uno smartphone dalla stessa casa che sviluppa Android è quello di ricevere aggiornamenti OTA molto più velocemente rispetto agli altri produttori di smartphone e tablet.

Tuttavia, da quando “Big G” ha deciso di inserire un blocco al bootloader, ovvero quel programma che si occupa del boot del sistema operativo, flashare tramite ADB (la shell degli sviluppatori del robottino verde) un update OTA è diventato un po’ complicato visto che prima l’utente deve necessariamente sbloccare il bootloader e poi resettare il device allo status di fabbrica, perdendo dunque i dati personali.

Nexus
Ecco ADB in azione!

Si tratta di un’operazione semplice ma che rende inutilmente più “macchinoso” un processo del tutto lecito di aggiornamento. Google ha dunque ascoltato i feedback degli utenti rendendo questa procedura possibile anche senza dover sbloccare il bootloader.

Infatti le nuove immagini OTA possono essere flashate senza problemi su tutti i Nexus con bootloader bloccato, permettendo agli utenti di ottenere facilmente gli aggiornamenti per il proprio device senza dover attendere l’OTA standard, e senza resettare il terminale, utilizzando ADB senza problemi.

Si tratta di un importatissimo passo avanti per l’esperienza utente Nexus. Le nuove immagini OTA sono disponibili per Pixel C, Nexus 6P, 5X, 5, 6, 7 (2013) WiFi o 3G, 9 (WiFi o LTE) e Nexus Player al seguente link. Dunque, l’azienda di Mountain Views ha sbloccato questa feature su tutta la sua gamma di smartphone e tablet attualmente supportati.