Fenix

Fenix torna sul Play Store grazie a Twitter

Il panorama dei client di terze parti per Twitter è davvero vastissimo. In passato, soprattutto quando l’app ufficiale non era cosi completa, quasi tutti utilizzavano un client non ufficiale sul proprio device Android, tuttavia con gli anni Twitter ha iniziato a non “tollerare” molto queste app e dunque ha posto dei limiti molto pesanti all’uso delle proprie API, penalizzando particolarmente Fenix, uno dei client più apprezzati.

Per questo, nei giorni scorsi il famoso client è stato rimosso dal Play Store a causa del superamento del limite massimo di 100.000 utenti imposto da Twitter, poiché ovviamente non era più possibile vendere un’applicazione che non avrebbe funzionato per i nuovi utenti, vista l’impossibilità di associare nuovi account ad essa.

Fenix
Ecco Fenix in azione!

Tuttavia sembra che Twitter abbia deciso di allentare le maglie del suo controllo sui client di terze parti e ha concesso a Fenix di tornare operativo. A tal proposito nelle scorse ore l’applicazione è stata nuovamente resa disponibile al download sul Play Store. Si tratta di una notizia storica visto che prima di oggi Twitter non aveva mai aiutato direttamente uno sviluppatore indipendente (se si esclude l’acquisizione di Tweetdeck).

Non è ancora chiaro perché Twitter stia permettendo a Fenix di “restare in vita”; il creatore dell’applicazione, Matteo Villa, sembra essere in contatto diretto con il team di Twitter ma nel suo post di annuncio, dove parla di questa “collaborazione”, non è entrato nei dettagli. Molto probabilmente, vista l’ampia diffusione del client, la società ha intenzione di investire su questo prodotto oppure, situazione meno probabile, siamo difronte ad un cambio di politica.

Per il resto, al momento non abbiamo altre informazioni in merito, per cui non ci resta che attendere che il developer pubblichi più dettagli in merito sulla questione, visto che ancora oggi l’applicazione è molto gettonata e giorno dopo giorno amplia sempre più la propria fetta di utenza.