Caricare la batteria

Come caricare la batteria senza danneggiarla

È risaputo che la batteria è una delle componenti più delicate dei nostri device, invero basta davvero poco per comprometterne il funzionamento; è proprio per tale motivo che abbiamo deciso di elencarvi tutti gli errori da evitare per caricare la batteria correttamente e fare in modo che non si rovini.

Caricare la batteria: ecco cosa non dovete fare!

Scaricare completamente la batteria

La sua percentuale non deve arrivare al di sotto del 15/20%, infatti il terminale va subito ricaricato una volta eguagliata questa soglia; un importante studio ha constatato che così si riescono ad ottenere ben 1000-2500 cicli di vita della pila stessa rispetto ai 300-500 raggiungibili con lo scaricamento totale.

Caricare la batteria
Non deve mai succedere!

Utilizzare un caricabatterie qualsiasi

Dite no ai caricatori tarocchi o a quelli che non presentano i medesimi dati (amperaggio, voltaggio, ecc..) riportati sul caricabatterie originale trovato all’interno della confezione di vendita del vostro smartphone/tablet.

Caricare la batteria
Attenzione a quale caricatore scegliete

Usare il dispositivo durante la ricarica

Dovete cercare di non adoperare il device mentre è attaccato alla presa della corrente, altrimenti potreste causare un surriscaldamento eccessivo che può danneggiare la batteria; a tal proposito, non va nemmeno messo vicino a fonti di calore o sotto la luce diretta del Sole.

Caricare la batteria
Mi raccomando, lasciate caricare la batteria in pace

Caricare oltre il necessario

Contrariamente a quanto si possa pensare, continuare a fornire carica nonostante la batteria abbia già raggiunto il 100% è sia inutile sia pericoloso; inoltre, vi consigliamo di mantenere sempre una percentuale che va dal 20% all’80% e di spegnere il terminale durante la notte (o perlomeno attivare la “modalità aereo”).

Caricare la batteria
Questo non accade neppure se ricaricate per 2 giorni di fila

Ricaricare con il PC

Infine, per caricare la batteria, non dovete collegare il vostro smartphone/tablet al PC. Perché? La risposta è semplice: non solo ci vuole più tempo, ma avviene pure un innalzamento notevole della temperatura che, come abbiamo spiegato un paio di paragrafi fa, rischia di nuocere alla salute della pila.

  • MagicKnight

    L’ultimo punto è una cavolata… caricare il dispositivo al PC non solo non è dannoso ma anzi contribuisce a migliorare la durata della batteria. Infatti la ricarica al PC le cui porte non superano i 500mAh è più lenta e le batteria agli ioni di litio durano di più se la ricarica avviene lentamente. Posso confermarlo di persona avendo per anni sempre ricaricato i miei cellulari tramite porte dei PC ed ho alcuni modelli vecchi di 6 anni le cui batterie durano quasi come quando erano appena comprate nonostante migliaia di ricariche ed utilizzi intensi. Lo stesso non si può dire di amici e colleghi che sugli stessi modelli già dopo qualche anno di ricariche veloci sono stati costretti ad acquistare una nuova batteria perché non duravano più di qualche ora…