Antivirus su Android

Ma gli Antivirus su Android servono davvero?

Visto che moltissima gente cerca sul web informazioni sull’utilità degli Antivirus su Android, abbiamo deciso di scrivere le seguenti righe in cui proviamo a dare una risposta definitiva a tale “dubbio amletico” che da anni tartassa l’utenza del robottino verde; andiamo quindi a scoprire insieme se questi software possono portare benefici oppure no!

Vale la pena installare un Antivirus su Android?

Sull’argomento esistono 2 scuole di pensiero: la prima sostiene che, derivando il nostro sistema operativo da Linux, è impossibile che i virus possano infettare un dispositivo senza l’autorizzazione da parte dell’individuo che lo sta utilizzando; infatti siamo noi che, scaricando roba sospetta o proveniente da fonti non attendibili, rischiamo di dare libero accesso a coloro che potrebbero danneggiare il sistema.

Va da sé che la semplice navigazione su Internet, lo scambio di SMS o messaggi su WhatsApp (possibilmente con la persona che vi piace), la lettura delle email e tutte quelle operazioni “normali” che ogni giorno compiamo con il terminale, non potranno mai spalancare le porte agli agenti pericolosi.

Antivirus su Android
Boom, sei stato infettato!

Al contrario, la seconda corrente afferma che gli Anti-Malware sono necessari; la sua opinione deriva da alcune ricerche che allarmano l’aumento degli spyware e roba simile, tuttavia ciò che forse non sa è che spesso le stesse indagini vengono diffuse dalle aziende produttrici dei medesimi programmi per la sicurezza, le quali ovviamente hanno interesse a promuovere l’uso di quest’ultimi.

Secondo noi, invece, la verità sta nel mezzo e dunque riteniamo che la loro validità dipenda da come si adoperi il device: se effettuiamo il download dai market ufficiali tipo il Play Store (laddove qualsiasi cosa è controllata a monte da Google Bouncer) possiamo stare tranquilli, viceversa se ci procuriamo i file APK e quant’altro dai siti non affidabili, allora può farci comodo un buon Antivirus su Android.