Report: Xiaomi utilizzerà dei propri processori entro la seconda metà del 2016

Ad un certo periodo dello scorso anno, abbiamo sentito che Xiaomi stava sviluppando dei propri chipset che avrebbero alimentato alcuni dei suoi smartphone low-cost. Negli ultimi mesi, questo argomento è venuto fuori diverse volte, ma purtroppo l’azienda non ha rilasciato alcun commento in merito.

Ora, un nuovo rapporto proveniente da Reuters ha lanciato alcuni segnali molto interessanti riguardo ai piani dell’azienda per i suoi chipset in-house. Alcuni addetti del settore sostengono che Xiaomi prevede di rilasciare degli smartphone con propri SoC entro la seconda metà del 2016.

Negli ultimi mesi, abbiamo visto l’azienda adottare processori costruiti da Qualcomm e MediaTek e inoltre dispone di un prodotto di fascia bassa con chipset Leadcore. Però, se questa notizia risultasse vera, allora sarebbe la prima volta che l’azienda si immerge in un nuovo mercato per competere con le altre società del settore.

Tuttavia, questa mossa non sembra affatto una sorpresa poiché Xiaomi tende a fare le stesse cose dei migliori produttori attuali come Samsung, Apple e Huawei. Al momento, la fonte rivela che i chipset proprietari finiranno in dispositivi di fascia media e bassa della società.

Naturalmente, Xiaomi non si affiderà solo sui propri processori nei prossimi mesi, ma ci aspettiamo che alcuni modelli della serie Redmi/Redmi Note saranno alimentati da questi. Infine, sarebbe molto interessante vedere come il produttore ne uscirà da questa situazione. E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nel box dei commenti.

Fonte Reuters