Qualcomm Snapdragon 820

Samsung inizia la produzione dello Snapdragon 820

Prima dell’uscita del top di gamma Galaxy S6, girava voce che Samsung avrebbe impiegato un proprio processore all’interno del device poiché lo Snapdragon 810 di allora soffriva molto di problemi di surriscaldamento. Così, l’azienda sudcoreana ha deciso di utilizzare il potentissimo Exynos 7420 composto da un’architettura a 64 bit e da una CPU octa-core.

Con l’evento Galaxy Unpacked 2016 in arrivo, siamo tutti in attesa di scoprire il potenziale che il Galaxy S7 ci offrirà e ora Samsung ha rilasciato ufficialmente alcuni dettagli circa il chipset che troveremo al suo interno.

Attraverso un comunicato stampa, il colosso coreano ha comunicato l’inizio della produzione di massa del chipset di Qualcomm utilizzando il suo processo produttivo a 14 nm FinFET di seconda generazione. Quindi, è arrivata una conferma ufficiale su una speculazione precedente.

Ciò significa che il chipset Snapdragon 820 includerà la funzione LPP (Low Power Plus) che permetterà di funzionare a una velocità superiore del 15%, ma con un consumo inferiore del 15% sulla batteria rispetto ai chip realizzati con la prima generazione della tecnologia a 14 nm FinFET.

Inoltre, possiamo anche dirvi che Samsung utilizzerà sicuramente questa nuova tecnologia per produrre l’altro SoC tanto atteso: l’Exynos 8890, che troveremo sotto il cofano dell’altra variante del Galaxy S7. Restiamo in attesa di scoprire ulteriori informazioni.

Fonte Samsung