Samsung

Samsung inizierà a produrre processori per AMD nel 2016

Samsung sta già producendo processori per le grandi aziende come Apple e Nvidia. Pare che dal prossimo anno, la grande casa sud coreana Samsung potrebbe iniziare la produzione di processori per AMD. Electronic Times attesta che Samsung inizierà a produrre una serie di processori per AMD nel 2016.

Samsung ha avuto un grande successo grazie al suo Exynos 7420, il quale è considerato uno dei più interessanti chipset mobile, grazie alla sua ridotta dimensione di 14nm, comparata a quella del Qualcomm Snapdragon 810 che è di 20nm. In termini di processori, più piccola è la dimensione del processore, meno è il voltaggio che è richiesto per avviare il chip. Il consumo energetico e il calore disperso è proporzionabile al quadrato del voltaggio applicato, il che vuol dire che una piccola riduzione del voltaggio può avere un grande impatto sulla potenza e sul calore. Il processore Exynos più piccolo contribuisce a produrre meno calore rispetto allo Snapdragon 810 e con il Galaxy S6 che monta quel processore, si spiega perché abbia così pochi competitor.

Exynos 7420 è sotto l’occhio dell’attenzione di molti, e ci sono molte aziende che vorrebbero mettere le mani sui processori di piccola manifattura. I piccoli processori comportano vantaggi poiché hanno lo stesso consumo energetico e calore di fuoriuscita su qualunque piattaforma siano messi, che siano tablet, smartphone e laptop o altri dispositivi mobile, ma sono rilevanti anche per i desktops e servers. Una riduzione in consumo di energia per un server chip potrebbe abbassare notevolmente i costi di una macchina per sempre. E giusto oggi, ci sono pervarsi dei rumor riguardo AMD, ha commissionato a Samsung la produzione di semiconduttori nel 2016 con processori di 14nm. Il report dice che Samsung Electronics inizierà a produrre CPU e GPU per AMD via una joint venture tra Samsung e Globalfoundries.

Samsung sta espandendo il suo mercato di produzione dei chipset per capitalizzare sui loro processori da 14nm, ma il business è ancora immaturo, forse perché Exynos costa ancora un po’ troppo e quindi non ne permette la vendita del 7420 alle altre aziende.

Questa potrebbe essere la prima di una lunga serie di joint venture e collaborazione, dato che Samsung intenderà recuperare i costi del reparto ingegneristico.