Huawei HiSilicon Kirin 950

HiSilicon Kirin 950 è ufficiale con i nuovi core Cortex-A72 a 16nm

Dopo i rumor emersi nelle scorse settimane, Huawei ha finalmente annunciato ufficialmente il SoC HiSilicon Kirin 950, il successore dell’attuale Kirin 920, destinato agli smartphone di fascia alta e che molto probabilmente sarà presente a bordo del nuovo Huawei Mate 8, che dovrebbe essere presentato a breve.

Huawei HiSilicon Kirin 950 è realizzato con processo produttivo FinFET Plus a 16 nm di TSMC, che permetterà di abbattere i consumi del 60% e aumentare le prestazioni del 40%, ed utilizza l’architettura big.LITTLE, con 4 core Cortex A-53 in grado di raggiungere la frequenza di 1,8 GHz e con 4 nuovi core ARM di ultima generazione Cortex-A72 in grado di raggiungere frequenze sino ai 2.53GHz.
Il tutto affiancato da una GPU quad core Mali-T880MP4 @900 MHz, in grado di offrire performance superiori dell’80% con consumi ridotti rispetto all’attuale Mali-T760 di Kirin 930.

Un’altra novità importante è la presenza di un nuovo co-processore i5 che sarà sempre e si occuperà della gestione dei sensori quando il display è spento, con un consumo energetico minimo ridotto da 90 mA a 6,5 mA rispetto al suo predecessore, senza la necessità di attivare i core principali.

Migliorata inoltre la qualità vocale in chiamata e di riproduzione musicale, grazie al supporto delle frequenze comprese tra i 50Hz e i 7KHz e una ridotta latenza che passa da un intervallo compreso tra i 5 e i 6 secondi a uno compreso tra 0.5 e 1.5 secondi, mentre riguardo la connettività troviamo un modem LTE Cat.6 in grado di raggiungere la velocità di 300 Mbps e il supporto alla tecnologia VoLTE, che permetterà di effettuare e ricevere chiamate telefoniche sotto copertura LTE.

Infine, secondo gli ultimi benchmark emersi in rete, Kirin 950 è riuscito a segnare un punteggio di ben 82.220 punti su AnTuTu, il più alto mai ottenuto fino ad oggi. Non ci resta quindi che attendere per poter testare con mano i reali benefici che porterà il nuovo SoC.