Samsung Galaxy Grand On

Samsung si prepara al ritiro degli smartphone sotto i 250 euro in Europa

La saturazione del mercato smartphone ha da tempo evidenziato un ristagno d’acquisto sulla zona europea, aspetto sul quale Samsung starebbe lavorando con nuove idee al fine di migliorare i propri rendimenti finanziari con scelte che potrebbero trovare parecchi ostacoli.

Una delle ultime in ordine cronologico consisterebbe nell’abolizione della fascia di smartphone sotto i 250 euro, un limite di valutazione che coinvolge non solo gli entry-level ma anche molti ottimi mid-range dai prezzi contenuti. Un primo segnale di questa nuova strategia commerciale nel panorama Android è stato visionato nei Paesi Bassi col ritiro di quasi tutti i modelli targati Samsung, includendo anche le nuove gamme Galaxy J e Galaxy E, al fine di lasciar spazio esclusivamente a agli smartphone Galaxy premium.

smartphones-money
Photo Credit: AndroidPIT

Benché non vi sia ancora del tutto un’ufficialità diretta, il colosso coreano avrebbe pronto un ritiro progressivo di tutti gli smartphone con la medesima pratica in tutta l’Europa allo scopo di rimodellare il mercato degli smartphone Android nel prossimo futuro. Entry-level e mid-range di basso costo saranno dirottati sui mercati emergenti, India in testa, vincolando i cittadini europei a modelli premium da poter rendere maggiormente accessibili magari sfruttando il programma d’acquisto in leasing ispirato ad Apple.

Proprio la politica di vendita dell’azienda di Cupertino, uno dei brand tutt’oggi in crescita nel panorama mobile mondiale, potrebbe essere alla base delle scelte Samsung trovando nell’eliminazione di scelte a basso costo la soluzione per l’incremento delle vendite e delle percentuali di guadagno.

  • olso_yoghi

    Se fanno così la samsung dalla corte eu del commercio e dalla corte Onu del commercio riceverà un chease & desist

    • Ciao olso_yoghi,
      in realtà non esiste nessun accordo o vincolo per le compagnie di dover garantire un prezzo minimo o massimo per i dispositivi così come non sono tenute a dover per forza produrre entry-level o mid-range, sono scelte di mercato libere e pur se Samsung dovesse finalizzare questa strategia non andrebbe incontro nè a sanzioni nè a richiami ufficiali.
      Personalmente credo che l’abolizione totale di quei modelli sia errato, però una riduzione drastica, ottimizzando meglio un numero limitato di esemplari, gioverebbe notevolmente anziché imitare Apple.