MediaTek Helio P10

MediaTek Helio P10 appare su GFXBench, emersi i benchmark della GPU

MediaTek è un produttore di processori con sede a Taiwan, diventato negli ultimi tempi uno dei più grandi chipmaker del mondo dei dispositivi mobili, in un lasso di tempo relativamente breve.
A conferma di ciò troviamo l’implemento dei SoC MediaTek in moltissimo dispositivi sia appartenenti al segmento entry-level sia appartenenti alla fascia alta del mercato, come ad esempio HTC One M9 Plus.
Detto ciò, nel corso delle ultime ore è stato avvistato su GFXBench il nuovo chipset MediaTek Helio P10, un SoC octa-core destinato ai dispositivi di fascia media che dovrebbe essere rilasciato nel corso di questo trimestre.

Conosciuto anche con la sigla MT6755, il nuovo SoC essenzialmente sostituirà il processore MT6753 montato su molti smartphone di fascia media del 2015.
MediaTek Helio P10 è caratterizzato da otto core Cortex-A53 a 2GHz affiancati da una GPU Mali T860 che dovrebbe garantire un incremento di performance significativo rispetto alla GPU Mali T760 usata sui SoC MT6752 e MT6753. La nuova GPU dovrebbe infatti essere primo prodotto da TSMC a 28nm con il processo HPC+ capace di offrire il 20% in più di prestazioni consumano il 70% di energia in meno rispetto al suo predecessore.

Helio-P10

Scendendo nei dettagli, MediaTek Helio P10 avrà a bordo un modem di ultima generazione (LTE Cat 6 300/50 Mbps) e introdurrà il supporto ai display con risoluzione FullHD e fotocamere con sensori fino a 21 megapixel, incluso il supporto a configurazioni dual-camera da 16+8 megapixel, con possibilità di registrare video in 4K.

In ogni caso non sappiamo ancora la data di rilascio ufficiale di MediaTek Helio P10, ma come accennato inizialmente è molto probabile che arriverà entro la fine di quest’anno, verso novembre o dicembre.

A giudicare dai risultati ottenuti nei benchmark sembra che comunque con il nuovo SoC MediaTek riuscirà a mettere i bastoni tra le ruote Qualcomm, entrando in diretta competizione con la serie Snapdragon 600 destinata alla fascia media del mercato. Non ci resta che attendere nuove conferme per saperne di più!