BlackBerry Priv Hands-On

BlackBerry Priv si mostra in un primo hands-on

Dopo i numerosi rumor emersi nelle scorse settimane, i ragazzi di derStandard hanno avuto occasione di provare un sample di pre-produzione di Blackberry Priv, il primo smartphone Android della società canadese conosciuto in precedenza col nome di Blackberry Venice, pubblicando nuove foto, prime impressioni e alcuni sample della fotocamera che adesso andremo ad analizzare.

Come accennato inizialmente, trattandosi di un dispositivo non ancora definitivo le seguenti considerazioni riguardo le caratteristiche tecniche sono da prendere con le pinze in quanto le specifiche potrebbero variare una volta che il Blackberry Priv sarà lanciato ufficialmente.

In termini di specifiche, il sample di Blackberry Priv analizzato è caratterizzato da un display curvo QHD da 5.4 pollici con densità di 554PPI, che offre un buon contrasto e dei colori vivaci e che dovrebbe implementare alcune funzioni avanzate sulla stessa scia di quanto messo in atto da Samsung, in particolare, secondo i rumor sarà possibile visualizzare del livello di carica, anche se sull’unità testata tale caratteristica non era presente.

Per il resto troviamo un SoC esa-core a 64 bit Qualcomm Snapdragon 808, 3GB di RAM, 32 giga di memoria interna espandibile tramite microSD, mentre sul fronte della connettività è presente invece il supporto LTE, Bluetooth 4.1, NFC e MicroUSB.
Il tutto gestito da Android 5.1.1 Lollipop stock, alcune app preinstallate da Blackberry, tra cui una comoda utility per l’importazione dei dati da altri dispositivi, Blackberry Messanger e Safe Guard, che analizza e valuta in tempo reale il livello di sicurezza/privacy del dispositivo.

Il comparto fotografico è invece composto da una fotocamera anteriore da 5 megapixel e da una  fotocamera posteriore da 18 megapixel che consente di catturare ottimi scatti in condizioni di luce ottimali, garantendo una rapida messa a fuoco, ma che sembra non riuscire a dare il meglio in condizioni di scarsa luminosità (da tenere a mente comunque che il tutto potrebbe essere imputabile al software non ancora definitivo).

Sul lato destro dello smartphone troviamo il pulsante di accensione e spegnimento mentre su quello sinistro sono presenti due pulsanti per regolare il volume e un terzo pulsante che, almeno per il momento, mostra la tendina delle notifiche ma che in futuro potrebbe essere personalizzabile.
La tastiera QWERTY a scorrimento è invece robusta e caratterizzata da una leggera curvatura su entrambi i lati che contribuisce a rendere comodo l’utilizzo con due mani, tuttavia lo spazio tra la tastiera e il corpo del dispositivo tende ad accumulare polvere e sporco.

In sintesi le premesse sembrano davvero buone e, se sarà proposto ad un prezzo competitivo, BlackBerry Priv potrebbe rivelarsi un best-buy, non ci resta quindi che attendere la presentazione ufficiale del dispositivo per saperne di più riguardo prezzi e disponibilità nonché per avere conferma riguardo le specifiche trapelate. Nell’attesa, di seguito potete trovare alcuni scatti catturati con la fotocamera posteriore e anteriore di Blackberry Priv.