Progetto Ara sarà rimandato all’anno prossimo

Quando cominciarono a trapelare le prime notizie riguardo il Progetto Ara tutti gli amanti degli smartphone esultarono poiché finalmente si prefigurava la possibilità di assemblarsi lo smartphone dei propri sogni senza dover sottostare alle necessità, alle idee ed agli interessi delle aziende. Una vera idea rivoluzionaria che avrebbe rivoluzionato il mercato dei dispositivi mobili. L’utente poteva, in appositi negozi, acquistare i pezzi che voleva inserire nello smartphone.

Progetto Ara fa parte di alcuni brevetti che Google deteneva ai tempi dell’acquisizione di Motorola e che mantenne dopo che questa fu a sua volta ceduta a Lenovo. Da allora il colosso informatico di Montain View ha fatto dei passi da gigante creando materiali per gli sviluppatori e portando avanti la parte hardware. Il progetto dello smartphone modulare sembrava dover approdare entro quest’anno ma purtroppo non sarà così. Sembra infatti che l’azienda statunitense avrebbe dovuto lanciare Ara entro l’anno ma il lancio è stato spostato al 2016.

In un primo momento Google aveva deciso di lanciare il Progetto Ara a Porto Rico ma a quanto pare sembra che l’azienda statunitense ha deciso di cambiare località per il lancio. Lo smartphone modulare, la sua versione base, dovrebbe essere lanciato al costo di cinquanta dollari, un costo abbastanza interessante.