Google+

Google+ non sarà preinstallato sui nuovi dispositivi Samsung

Google+ sta attraversando un lento e doloroso processo che probabilmente porterà alla sua eventuale scomparsa, soprattutto in seguito alle importanti misure messe in atto da Google che hanno portato alla separazione del servizio foto e dall’account YouTube.
Google sembra quindi non intenzionata a fare ancora grossi investimenti su Google+ come in passato, anche se la società ha dichiarato in più occasioni che non ha intenzione di abbandonare il servizio.
A quanto pare, però, Samsung non vede più Google+ come un servizio che migliorerebbe l’esperienza complessiva sui propri dispositivi. L’azienda sudcoreana, infatti, ha deciso di non includere Google+ fra le applicazioni pre-installate sui suoi nuovi phablet di casa Samsung, il Galaxy S6 Edge+ ed il Galaxy Note 5.

Samsung è uno dei più importanti (se non, il più importante) produttori di smartphone in tutto il mondo, il che rende tutte le sue decisioni molto influenti nella comunità Android. Il fatto che Samsung abbia deciso di non includere l’app di Google+ sui propri nuovi dispositivi sembra sempre più un indizio che Google+ si sta avvicinando sempre più alla sua morte.
Il gigante di internet, una volta aveva grandi progetti per il proprio social network, annunciando pubblicamente che sarebbe diventato una piattaforma connessa per tutti i servizi di Google, dove gli utenti avrebbero potuto interagire con altre persone con interessi simili. Una volta preso atto che Google+ non era poi così diverso da Facebook, social network già ben consolidato, gli utenti hanno preferito tornare al social network che già conoscevano.

Il futuro di Google+ è abbastanza incerto, e Google dovrà prenderne atto prima o poi. Google+ ha ancora una discreta base di utenti, ma non è sufficiente, in quanto è solo una frazione del numero di utenti che aveva rispetto al passato. Se Google vuole riportare in auge il proprio social network deve quindi mettere in atto drastici cambiamenti, offrendo qualcosa di veramente diverso.
In ogni caso, la notizia farà sicuramente felici gli utenti che odiano le applicazioni preinstallate sui propri smartphone, in quanto non disinstallabili (se non per vie traverse, e non in maniera del tutto indolore).