Stonex One, Ciao OS: nuovi dettagli su firmware ed app esclusive

Stonex rende pubblici nuovi dettagli sulle funzioni integrate in Ciao OS, il firmware con interfaccia proprietaria di Stonex one.

Proseguono i focus relativi lo Stonex One, smartphone capace di catalizzare le attenzioni durante le ultime settimane, al centro di frequenti novità dopo l’evento di accensione del primo Proto Oneovvero il primo prototipo funzionante – avvenuta nella giornata di ieri svelando alcuni dettagli sull’interfaccia proprietaria Ciao OS.

Proprio il modding e la community rappresentano uno dei punti chiave sui quali il device punterà e, per tali motivi, l’interesse attorno Ciao OS è notevole al fine di comprendere in quale direzione il firmware proprietario made in Italy si rivolgerà. Stando all’ultimo video, diffuso direttamente dalla pagina Facebook di Stonex One la strada scelta sembrerebbe quella della semplicità perseguendo lo stile Pure Android, sicuramente utile per non intaccarne le prestazioni, con una scarsissima customizzazione non solo in termini estetici quanto soprattutto funzionali integrando solo elementi già presenti presso competitors e visti su altri devices.

stonex-one-facebook

L’elenco è attualmente ridotto ma ricco di features sicuramente utili come la possibilità di accendere lo smartphone – funzione nativa di LG e nota come Knock On – col doppio tocco display, oppure sistemi automatizzati l’attivazione del silenzioso capovolgendo lo schermo, l’accensione/spegnimento programmato e la sveglia a dispositivo spento, mentre non ci sarà sicuramente il multi-window atteso per l’aggiornamento ad Android M atteso su Stonex One non prima della fine dell’anno.

Se tali funzioni non fanno gridare all’innovazione ben più positiva potrebbe esser la scelta di liberare spazio su Stonex One evitando di fornire troppe app pre-installate, ad eccezione delle Google Apps. Le applicazioni appositamente sviluppate per Ciao OS – facendo intendere come qualcosa bolla in pentola per i servizi – saranno infatti presenti come collegamenti di rimando al Google Play Store, lasciando all’utente la scelta di poterle installare oppure convergere su app alternative di propria preferenza all’interno dello store. Dettagli sicuramente interessanti che speriamo possano arricchirsi con altre funzioni come il lancio di app tramite gestures apposite, inserito all’interno delle possibili novità da integrare.