Nexus 2015: sensore d’impronte, memoria espandibile e presentazione anticipata, i dettagli

La presentazione di Android M al Google I/O 2015 potrebbe aver svelato importanti novità e dettagli dei nuovi Nexus 2015 di LG ed Huawei.

Il lancio dell’Android M Developer Preview rappresenta il vero countdown per il rilascio della release definitiva la cui presentazione coinciderà, come da tradizione, con il rilascio dei nuovi modelli della gamma Nexus che per quest anno prevedono il lancio di due varianti di Nexus 2015 affidate rispettivamente ad LG ed Huawei.

Volgendo uno sguardo ai motivi dietro la realizzazione dei dispositivi Nexus lo stesso David Burke, intervenuto in passato sulla possibile chiusura della gamma Nexus, ha spesso confermato come i devices abbiano lo scopo di fornire il giusto ambiente hardware per lo sviluppo software del robottino verde e quindi molto di quanto visionato in Android M potrebbe esser quindi interpretato come un anticipazione delle caratteristiche tecniche dei prossimi Nexus 2015 a partire dalla data di presentazione programmata con una clamorosa anticipazione al prossimo IFA 2015 nel mese di Settembre. La versione finale di Android M verrà infatti rilasciata in quel periodo, passando attraverso 3 versioni di Developer Preview, e la tradizione mostrata dal colosso di Mountain View ha sempre svelato un rilascio contemporaneo alla presentazione dei nuovi modelli della gamma Nexus, con i prossimi Nexus 2015 pronti non solo a compiere il loro esordio in un periodo decisamente più cruciale per il segmento smartphone ma persino a rubare fette di mercato e riflettori al futuro Apple iPhone 6s svelato proprio in quel periodo dell’anno.android-m-developer-preview-releases

Ben più interessanti sono invece le specifiche tecniche con la concreta possibilità di visionare su entrambi i Nexus 2015, di LG ed Huawei, la presenza di un sensore d’impronte digitali favorito dal supporto nativo che Android M ha garantito a questa tecnologia di sicurezza. Difficile prevedere però in quale area tale novità potrebbe esser posizionata vista l’assenza di tasti hardware frontali oppure la scomodità di un posizionamento anteriore, entrambe soluzioni molto battute dagli attuali produttori come Samsung ed HTC al momento della loro integrazione sulle diverse ed ultime generazioni dei propri top di gamma. Altro dettaglio importante potrebbe essere l’esordio della memoria espandibile via microSD legata con solo al Project Vault – consulta la notizia – ma in particolare al supporto nativo offerto da Android M ai supporti di memoria esterni potendo sfruttarli come una memoria interna nella gestione di sistema.nexus-2015-fingerprint-scanner

Le seguenti rappresentano alcune possibili indiscrezioni dedotte dalla presentazione di Android M al Google I/O 2015 che non rappresentano in alcun modo una certezza e per tale motivo vi consigliamo di generare le vostre considerazioni sui prossimi Nexus 2015 con le dovute attenzioni.