Google Project Vault: microSD evolute ed intelligenti nel prossimo futuro

Svelati i primi dettagli di Project Vault, un progetto per la sicurezza e la crittografia delle informazioni sulle microSD.

Non solo Android M nel futuro dei mobile devices, una delle tematiche al centro di quotidiane analisi riguarda sicuramente la sicurezza da integrare all’interno di dispositivi sempre più centrali nelle quotidianità con sistemi di riconoscimento moderni ed all’avanguardia. Il Google I/O 2015 è stata l’occasione per visionare un nuovo progetto, rivolto proprio al miglioramento della sicurezza, noto come Project Vault.

Realizzato dalla divisione californiana ATP, Adanced Technology And Projects, rappresenta una concreta soluzione alla gestione delle informazioni contenute sui dispositivi creando un firewall di sicurezza tale da garantire la tutela delle informazioni contenute in questi ultimi. Google Project Vault l’idea nasce dalla consapevolezza di ristrutturare il concetto di microSD fornendo un’indipendenza tecnologica ai supporti di memoria trasformandoli in ambienti hardware e software comunicanti con tutti i dispositivi ma capaci di agire in modalità stand-alone grazie all’integrazione di un microprocessore col quale vengono generati codici random, per la gestione delle informazioni con sistemi esterni, oltre ad un chip NFC per lo scambio diretto di dati.google-io-2015-project-vault-4

Le microSD di Project Vault, grazie a tali specifiche, sono in grado di eseguire processi di crittografia grazie ad un software RTOSun Real Time Operating System di base, lo stesso integrato similmente all’interno del Samsung Gear Fit per le proprie operazioni – consentendo la creazione continua di codici crittografati per lo scambio dati in sicurezza. A tale protocollo si aggiunge inoltre un sistema noto come Trust Score, progettato da Google per sviluppare un’analisi in tempo reale dei comportamenti eseguiti sullo smartphone necessari per comprendere quale utente stia effettivamente utilizzando lo smartphone al fine di attivare o disattivare il firewall sui dati con la massima sicurezza.

Il progetto è ancora in fase di elaborazione e monitoraggio, con i primi 500 prototipi realizzati i microSD da 4GB in utilizzo da parte dei dipendenti Google presso la sede di Mountain View ma se i risultati dovessero essere convincenti potremmo non dover attendere troppo per visionare l’arrivo delle microSD di Project Vault sul mercato.