Come aumentare il limite dimensioni file WhatsApp da inviare in chat [Guida]

La piattaforma di messaggistica vanta una limitazione a 16MB per gli allegati da inviare in chat ad amici o gruppi; scopriamo come estendere questo limite a nostro piacimento con alcuni trucchi.

L’utilizzo sempre più frequente di smartphone e tablet ha ovviamente inciso anche sulle modalità d’invio di allegati, spesso scambiati direttamente sulle piattaforme di messaggistica istantanea come WhatsApp. Pur se il più utilizzato il servizio proprietario di Facebook non consente di poter inviare di tutto imponendo un limite alle dimensioni file WhatsApp stimato in 16MB.

Pur esistendo moltissime soluzioni per integrare i moderni cloud storagedecisamente più comodi nella gestione e condivsione di files –  molti utenti preferiscono scambiare elementi tramite messaggistica, attingendo a piattaforme largamente diffuse e di celere messa in contatto, e per tale motivo tramite alcuni ritocchi al codice è possibile modificare il limite dimensioni file WhatsApp superando tale barriera per tutti i possessori di smartphone con permessi di root.

Dimensioni file WhatsApp, personalizzare il limite in base alle proprie necessità:

La limitazione imposta dal celebre servizio è ovviamente pensata per evitare il consumo d’ingenti quantità di dati, dettaglio che pesa visto l’utilizzo primario della messaggistica istantanea condotto in mobilità tramite piani dati con soglie variabili in base alle tariffe – consulta la sezione – degli operatori. La modifica delle dimensioni file WhatsApp da poter inviare permette al mittente, evitando obblighi da parte del destinatario, di poter superare il vincolo di 16MB effettuando una piccola modifica al codice della propria versione dell’app in modo da renderla maggiormente performante in caso di utilizzo frequente per scopi professionali.

Guida per personalizzare il limite dimensioni file WhatsApp:

Prima di procedere consigliamo di eseguire un backup delle impostazioni sfruttando Titanium Bakcup, salvaguardando non solo l’immagine di WhatsApp ma anche tutte le conversazioni attraverso un sistema efficace.

Le modifiche vanno eseguite attraverso il codice integrato nell’app di messaggistica, il primo passo consiste quindi nel download di un file manager dotato di permessi di root per accedere alle directory specifiche. Sebbene potete consultare la nostra classifica dei migliori file manager Android vi consigliamo vivamente di sfruttare RootBrowser, gratuitamente accessibile dal Google Play Store:

Una volta avviato recatevi verso la cartella “Data”, vi verrà richiesta la concessione dei permessi di Superuser per l’app, procedete ed accedete all’interno di questa directory ad un’omonima cartella “Data” prima di poter selezionare quella relativa l’app di messaggistica “Com.whatsapp” dalla quale sarete indirizzati all’interno dei file specifici per il funzionamento del servizio.

A questo punto dovrete eseguire una serie di navigazione tra ulteriori directories partendo da “shared_prefers” all’interno della quale troverete una serie di file “.xml”. Selezionate il file denominato “com.whatsapp_prefrences.xml” e confermate tutti i permessi ed i passaggi utili per poter accedere all’editor di testo necessario per la modifica delle stringhe.guida-dimensioni-file-whatsapp (b) (9)

Per poter agire sulle dimensioni file WhatsApp, eliminando il limite di 16MB normalmente presente, dovrete individuare la stringa “<int name=”media_limit_mb” value=”16″ />” andando a modificare il solo parametro numerico con quello di vostra scelta e salvando il tutto. Ricordate di modificare tale cifra nell’unità di misura MB, prestando attenzione al tasso di conversione in GB per evitare di ridurre ulteriormente il limite semplicemente per un errore di forma.

Conclusioni:

Scambiare file attraverso le piattaforme di messaggistica istantanea come WhatsApp offre vantaggi e svantaggi correlati alla tipologia del file, alla necessità di garantirsi una certa privacy ed ai dispositivi in utilizzo. La possibilità di modificare le dimensioni file WhatsApp si dimostra però un must-have per tutti i possessori di dispositivi con permessi di root grazie ai vantaggi offerti con una semplice modifica di stringa garantendo un ulteriore tassello di personalizzazione.

WhatsApp è disponibile gratuitamente all’interno del Google Play Store:

applink-googleplaystore