Come fare uno screenshot su Samsung Galaxy S6 ed S6 Edge [Guida]

Ogni smartphone vanta una combinazione specifica di tasti per accedere ad alcune funzionalità usufruibili nativamente non da display, il discorso diventa proprio in particolare per fare uno screenshot anche sui nuovi Samsung Galaxy S6 ed S6 Edge.

Nonostante le innovazioni e la diversificazione che il colosso ha voluto imporre ai nuovi flagships, anche i nuovi Samsung Galaxy S6 e Samsung Galaxy S6 Edge vantano in comune con i precedenti modelli una serie di combinazioni a tasti fisici per poter fare uno screenshot del proprio schermo la cui utilità varierà ovviamente in base agli utilizzi del singolo utente – ma vi assicuriamo come in certi casi sia indispensabile – durante le proprie giornate.

Screenshots, il fermo immagine del vostro terminale:

L’importanza degli screenshots è oramai conclamata nell’utilizzo smartphone, il moderno fermo immagine per stati, foto, o qualsiasi altra cosa che vogliate velocemente salvare dal vostro display per condivisioni o consultazioni. Come prevedibile i nuovi Samsung Galaxy S6 ed S6 Edge non implementano features celeri per i fermi immagine del display, fare uno screenshot è quindi possibile con una specifica combinazione di tasti hardware e, se avrete voglia di installare un’app dedicata, tramite servizi alternativi che vi consentiranno di evitare l’usura dei tasti – che avverrà sicuramente – nel tempo.

Guida per fare uno screenshot:

Il processo è molto semplice all’atto pratico, ovviamente con una certa sincronia nella pressione multipla che non crediamo possa rappresentare un ostacolo neppure per gli utenti più scoordinati. Prima di tentare vi consigliamo di visionare bene la combinazione, basata sul tasto Home ed il tasto Accensione/Spegnimento, come in schermata:samsung-galaxy-s6-s6-edge-how-to-do-screenshot

La conferma del corretto scatto avverrà con un feedback visivo-uditivo basato sulla sovrapposizione dell’interfaccia a schermo – molto rapida, spesso quasi impercettibile – seguita dal suono tipico di un scatto fotografico culminante nella notifica nell’apposita barra. Per consultare lo screenshot potrete sia reperirlo nell’app Galleria in un apposita cartella che accedere direttamente alla notifica, selezionando l’app predefinita da utilizzare un caso di app preinstallate multiple come il gestore foto nativo e l’app Foto di Google+.

L’utilizzo dei tasti hardware nel tempo – specialmente se contate di eseguirne molti – potrebbe diventare un limite all’atto del fare uno screenshot erodendoli prima del tempo. Nel caso preferite una soluzione più immediata ma software potreste ricorrere ad alcune delle migliori applicazioni per gli screenshot che abbiamo riepilogato in un articolo dettagliato tra descrizioni, screen e valutazioni che vi suggeriamo di visitare per trovare l’app adatta ai vostri ritmi e preferenze.

Conclusioni:

L’utilizzo degli screenshot, come per una qualsiasi altra funzione presente sugli smartphone, è soggetto ad un’esperienza soggettiva che ogni utente deve modellare sfruttando col tempo il dispositivo. Conoscere come fare uno screenshot, in particolare accedendo alle combinazioni tasti del proprio modello, può risultare utile in tante di quelle situazioni da esser spesso complesse da prevedere ed è quindi intelligente investire pochi minuti per apprendere la funzione conoscendo meglio il proprio smartphone per non farsi trovare impreparati quando serve.

  • Daniele10

    Ma a che cazzo serve scrivere un articolo su questa stronzata quando basta solo scrivere cosa bisogna fare per fare lo screenshot. Addirittura la chiami ‘Guida’ ahahahahahahhaahha…. ma vaffanculo va