Windows 10 sbarca su Android: Microsoft svela la ROM ed i dettagli

La competizione tra i moderni OS mobile, settore attualmente dominato da Android per percentuale di diffusione, potrebbe ben presto trovare in Windows 10 un competitor disatteso ma tenace alla luce delle nuove strategie e policies introdotte dall’azienda di Redmond attualmente impegnata in un percorso di profondo mutamento che vede, come elemento simbolico di tale innovazione, la scelta di rendere disponibile l’OS proprietario per Android.

La novità, diffusa nelle ultime ore direttamente da Microsoft, rappresenta una delle strategie più interessanti per favorire la diffusione del nuovo Windows 10 che sarà reso, attraverso una specifica ROM, disponibile per gli smartphone Android. Ciò avverrà non prima di un oculata fase di test che vedrà in Xiaomi il partner principale per la valutazione, attraverso un programma Beta che interesserà i possessori di Xiaomi Mi4, dei feedback diretti da parte di una selezionata e ristretta cerchia di fortunati tester per ottenere tutte le migliori indicazioni utili allo sviluppo del firmware che, senza mezzi termini, sostituirà interamente Android dagli smartphone nativi senza ricorrere alla, forse più ovvia, soluzione del dual-boot.

La scelta di puntare direttamente al mercato Android non è una totale novità da parte di Microsoft che già con l’acquisizione della divisione mobile Nokia aveva tentato di sfruttarne il brand attraverso la leva generata dal fascino di un binomio a lungo sognato con Android, divenuto parzialmente realtà con i Nokia X pensati per fornire l’impressione di utilizzo di Windows Phone con però il cuore robottino verde. La nuova scelta punta invece a fornire, senza l’acquisto di un modello Lumia, l’accesso all’eco-sistema Windows 10 che negli ultimi mesi ha subito profondi cambiamenti attingendo dalle migliori idee proprie sia di Google che Apple, tanto da portare Microsoft ad un nuovo modello aziendale quale fornitore di servizi digitali con politiche freemium che stiamo cogliendo da alcuni frammenti come il rilascio di Office e l’arrivo prossimo di Cortana, quali elementi singoli all’interno di un disegno ben più ampio.

La scelta e le collaborazioni di Microsoft per la diffusione di Windows 10 su smartphone Android terranno conto principalmente dei modelli asiatici, il cui mercato è in netta crescita, fornendo oltre che con Xiaomi, ben distante dall’annunciare una collaborazione volontaria vista la fedeltà più volte dichiarata verso Android, disponibilità anche con ZTE, del quale è stato avvistato un Nubia Z9 con l’OS dell’azienda di Redmond, ed infine Lenovo. Qualcosa di profondo pare che stia cominciando a muoversi nel consolidato equilibrio di potere, ne seguiremo senz altro lo sviluppo con enorme interesse.