Tutto quello che bisognerebbe sapere prima di acquistare il nuovo Galaxy S6

Dopo il Mobile World Congress 2015 di Barcellona, in cui il colosso coreano aveva presentato il nuovo modello Galaxy S6, era stato ipotizzato di immettere sul mercato 20 milioni di unità di prodotto, ma è di questi giorni la notizia secondo cui si potrebbe arrivare alle oltre 50 milioni di unità vendute, un dato che potrebbe fare impallidire il suo più grande competitor, Apple.

Nonostante le stime, il top di gamma parrebbe presentare alcuni difetti, a partire dal touch screen e dalla batteria.

Va specificato che tutti i dispositivi della gamma Galaxy presentano qualche difetto tattile nelle bande laterali in prossimità della cornice, secondo quanto viene detto sul sito coreano Asia Today il problema sembrerebbe più riscontrabile nel modello S6 nonostante S6 edge, non ne sia completamente immune.

Non è chiaro se questo sia un vero e proprio problema del dispositivo o una volontà riconducibile alla casa madre stessa per evitare tocchi accidentali, perché va ricordato che il display, punto di forza di questo modello, è un super Amoled di 5,1 pollici con una risoluzione di 1440X2560 e il pannello della variante S6 Edge è curvo su entrambi i lati.

La batteria ha il vantaggio di poter essere ricaricata anche tramite un caricatore wireless, ma presenta tuttavia un grandissimo limite riguardante la sua estrazione: l’apparecchio è unibody, ossia un tutt’uno e non è possibile rimuoverla soli, poiché l’azione ne invaliderebbe la garanzia.

Nonostante il manuale contenga i passaggi per la sua corretta estrazione, i tecnici specificano che queste linee guida sono per ‘esperti’ o per il personale specializzato dei centri assistenza Samsung. Tuttavia è bene specificare che le istruzioni riportate, non riguardano la versione S6 Edge.

Per prendere piena coscienza di tutto bisognerà comunque aspettare il 10 di aprile, data italiana in cui uscirà il Samsung Galaxy S6.