come utilizzare smartphone Android per debug in Linux

Come utilizzare smartphone Android per debug in Linux

Quando si parla di debug (o meglio di debugging), si fa riferimento all’identificazione del programmatore di quella porzione di software colpita da bug. Eseguire quest’azione non è da tutti, perché bisogna fare attenzione a non andare incontro a nuovi errori nel tentativo di risolvere quelli precedenti. A tal proposito, con la guida di oggi, ti spiegherò come utilizzare smartphone Android per debug in Linux. La procedura, come vedremo a breve, tiene conto delle app in Eclipse.

Cosa ti occorre? Uno smartphone Android più il cavo in dotazione, un pc con sistema operativo Linux, Eclipse e, infine, Android-sdk-linux.

STEP 1: entra nelle “Impostazioni

STEP 2: seleziona la voce “Applicazioni

STEP 3: tappa su “Gestisci Applicazioni

STEP 4: seleziona la voce “Sviluppo

come utilizzare smartphone Android per debug in Linux

STEP 5: abilita la voce “USB Debugging”, proprio come vedi nello screenshot

STEP 6: inserisci il flag su “Resta Attivo”. In questo modo, Android non spegnerà e non bloccherà lo schermo dello smartphone durante il debug

STEP 7: a questo punto, collegati al pc e segnati il vendor id del tuo smartphone Android. In questi casi, è scelta saggia indicare al sistema operativo quali sono i permessi da assegnare al dispositivo mobile nel momento in cui questo viene inserito. Ti suggerisco di crearti una regola udev: crea quindi il file in /etc/udev/rules.d51-android.rules. Per intenderci la stringa che deve venire fuori è simile alla seguente, tenendo conto dell’inserimento dell vendor id annotato in precedenza:

SUBSYSTEM==”usb”, ATTR{idVendor}==”04e8”, MODE=”0666”, GROUP=”plugdev”

STEP 8: lo scopo di questi comando è palese nel momento in cui viene inserito un dispositivo uguale a quello adesso precisato. Toccherà alla regola udev assegnare la proprietà al gruppo plugdev

STEP 9: aggiungi l’utente utilizzato di solito in quel determinato gruppo tramite il comando gpasswd-a {nomeutente} plugdev

Conclusioni: ora sai come utilizzare smartphone Android per debug in Linux. Tieni conto, però, che le suddette operazioni possono essere eseguite senza intoppi anche su un tablet su cui gira il sistema operativo mobile di Google. Provare per credere!