Google Wallet: rivoluzione in vista al Google I/O, si cercano partner

I pagamenti digitali avanzano insieme alle relative tecnologie di sviluppo e le prospettive determinate da tali sistemi, oltre che far gola a molti, stanno spianando la strada alla crescita di un settore capace di rivoluzionare i movimenti finanziari. Tale consapevolezza è da tempo acquisita da Google che vanta a tal proposito, tra i proprio servizi, Google Wallet il cui destino non è però così roseo come ci si sarebbe augurati.

Il sistema di pagamenti digitale made in Mountain View non sta infatti riscontrando un gran successo sul mercato statunitense, dove le tecnologie mobile sono certamente ben più sviluppate nel tessuto commerciale rispetto quanto visibile in Europa, tanto da spingere Google ad effettuare delle riflessioni che potrebbero portare, come confermato dagli ultimi rumors, ad importanti revisioni del sistema. Google Wallet è quindi destinato a mutare in una nuova forma che, oltre ad esser presentata al prossimo Google I/O, potrebbe cedere molto del proprio destino per la prima volta nelle mani dei possibili partner commerciali.

Si tratterebbe di uno dei pochi cedimenti visionati nel tempo dal colosso californiano nel tentativo di arginare la sofferenza emersa nei confronti di meccanismi di pagamento digitali alternativi come il recente Apple Pay capace di macinare importanti dati nelle quote generali di mercato. Per tale motivo il nuovo Google Wallet strutturerà la propria esistenza su di una fitta rete di partner attraverso collaborazioni esclusive con carrier telefonici, magari i medesimi coi quali Google sta sviluppando il progetto Nova, istituti di credito e circuiti di pagamento come MasterCard e Visa.

La sfida da parte di Google Wallet pare quindi lanciata in un segmento in forte espansione nel quale la stessa Samsung si è inserita con la recente acquisizione di LoopPay per la realizzazione di un proprio sistema di pagamenti di punta da contrapporre al medesimo realizzato da Apple con esordio sul Galaxy S6.