Xiaomi Redmi Note 2: evento dedicato il 15 Gennaio e prime specifiche

Il 2015, oltre quanto visionato con ottime impressioni al CES 2015, rappresenterà un’importante vetrina di conferma ed espansione per il colosso cinese Xiaomi che, forte anche della presenza di Hugo Barra, punta con sempre maggior insistente al mercato europeo oltre quello nazionale. Tra i prodotti di punta in arrivo, a conferma di tali ambizioni, spicca anche lo Xiaomi Redmi Note 2 del quale finalmente si ha un quadro completo sotto vari aspetti.

Il primo riguarda la presentazione oramai confermata con evento dedicato il prossimo 15 Gennaio, ipotesi supportata da svariati elementi tra i quali alcuni teaser e soprattutto dall’enigma contenuto in alcuni di essi tale da fornire anche interessanti conferme rispetto peculiarità e specifiche. Lo Xiaomi Redmi Note 2, non a caso, dovrebbe vantare sul lato costruttivo una scocca articolata sul lato posteriore con un vetro lavorato e smussato sui bordi con una vera e propria curvatura tale da rendere migliore anche il grip e la tenuta, mentre sull’ambito estetico i dubbi permangono vista l’assenza di dettagli o immagini nitide, ad oggi pare infatti vantare molti punti in comune con lo Xiaomi Mi4.

invitixiaomi

Diverso il discorso relativo l’ambito hardware, la scheda tecnica dello Xiaomi Redmi Note 2 dovrebbe rappresentare non uno sfoggio di potenza ma un intelligente assemblaggio capace di ottimizzare le risorse per un top di gamma che si appresta a competere con la gamma Galaxy Note di Samsung. Secondo le indicazioni, fornite in modo accidentale dallo store di Oppomart, il device baserà il proprio profilo su di un SoC con processore Qualcomm Snapdragon 615 con CPU octa-core ad architettura 64-bit, con GPU Adreno 405, memoria RAM da 2 GB e storage in tagli da 16/32 GB, alimentato interamente da una batteria da 3.600 mAh.

xiaomiredminote-specs1

A completare la componentistica parteciperà un display da 5,7 pollici FULL HD, doppia fotocamera da 13 e 5 megapixel e tutte le principali connettività tra le quali anche il supporto LTE, la presenza del modulo Dual-SIM divenuto basilare nel mercato asiatico, senza contare l’interfaccia MIUI 6 basata però su Android 4.4. KitKat ad un prezzo, ipotizzato, di 249 dollari che si collocherebbe come un vero affare.