Perché aggiornarsi ad Android Lollipop 5.0

A giorno d’oggi, il percorso dell’innovazione tecnologica è spesso definito dalle azioni dei grandi marchi Leader, che di fronte alle forte concorrenza di mercato, spinti dal desiderio di dominare nel loro settore di mercato specifico, investono moltissimo in ricerca e sviluppo di nuove tecnologie e al ridefinimento dell’esperienza del consumatore.

Prendiamo sotto la nostra lente il mercato degli smartphone, per esempio, dove Android ha risposto al lancio da parte di Apple di iOS 8 rilasciando il suo aggiornamento ad Android Lollipop 5.0.

Così come iOS 8 di Apple, anche l’aggiornamento di Android alla versione Lollipop include delle migliorie mirate. La prima è l’inclusione di Android RunTime (ART) che era stata già introdotta in via sperimentale con KitKat al posto della Dalvik, la quale migliora le performance delle applicazioni in termini di velocità e reattività.

In oltre Lollipop supporta nativamente i processori a 64 bit e i primi test effettivi sono stati fatti attraverso il lancio del Nexus 9 che è l’unico dispositivo Nexus equipaggiato da un processore a 64 bit, che è particolarmente indicato per i professionisti che necessitano di operare su applicazioni multiple simultaneamente in tempo reale.

Android in oltre ha dotato il suo nuovo Lollipop anche di aggiornamenti sulla sicurezza, che è stata una scelta importantissima perché ormai la maggior parte degli acquisti online e l’home-banking è fatto da dispositivi mobili. In specifico l’ha fatto introducendo gli utenti, dove è possibile bloccare delle schermate e delle applicazioni lasciando comunque l’accesso al resto dei contenuti del dispositivo. Il che può essere utile se utilizzi il dispositivo in famiglia ma hai dati sensibili che non possono essere toccati oppure se per caso dovessi subire un furto del dispositivo.

In termini di uso pratico, Android Lollipop incorpora all’interno del sistema dei grafici di utilizzo di sistema e batteria molto più dettagliati, che ci consentono di ottimizzare di molto il consumo della batteria, quando siamo in emergenza Lollipop dispone anche di un efficace tool per il risparmio della batteria, il quale è veramente molto molto efficace perché si occupa di abbassare il clock della CPU, fermare tutte le applicazioni lanciate contemporaneamente lasciando attiva solamente quella che abbiamo aperta avanti.

Guardando quindi a quest’ultimo aggiornamento rilasciato da Google… sembra che siano alla ricerca di qualche sistema per aumentare la velocità di elaborazione e garantire che le applicazioni Android possano essere eseguite contemporaneamente senza compromettere le prestazioni dei dispositivi.

Anche se questo progetto con Lollipop è ancora in fase embrionale, ci sono già dei segni che  indicheranno un netto miglioramento nei prossimi aggiornamenti.

  • leodis

    Mah, ho un S4 e passando da 4.3 a 4.4 ho avuto tanto di quei problemi (reistallazione di app di navigazione ecc., cosa scocciante e laboriosa) che ho rinunciato ad aggiornare.