LG G4: Qualcomm Snapdragon 810, la scelta dipenderà da Samsung

Le prossime settimane dovrebbero risultare particolarmente attive per LG ed il futuro LG G4, non tanto sul piano della progettazione che prosegue su ritmi statici e continui da tempo quanto più per i rumors legati al futuro top di gamma che lega a sé aspettative, conferme e confronti coi principali competitors, vedasi HTC Hima e Samsung Galaxy S6. Proprio quest ultimo potrebbe sciogliere uno dei nodi cruciali rispetto il processore che ad oggi vincola le ipotesi sulla scheda tecnica.

Recenti indiscrezioni, fornite dai colleghi di Techmaniacs, hanno fornito parziali conferme rispetto il profilo tecnico emerso da qualche settimana e, più nel dettaglio, relativamente la presenza del processore Qualcomm Snapdragon 810 il cui sviluppo prosegue con ritardi da parte di Qualcomm in difficoltà nella risoluzione dell’eccessivo surriscaldamento emerso durante i test. Tale dettaglio risulta chiave per comprendere anche i tempi di presentazione dell’LG G4 che saranno vincolati alla produzione del processore nelle unità e nei tempi comunicati dall’azienda statunitense spostando l’asticella a Marzo, dopo il Mobile World Congress nel quale è atteso con insistenza il Samsung Galaxy S6.

qualcomm-SoC

Proprio quest ultimo potrebbe incidere sulla presenza o meno del processore Snapdragon 810 nel profilo tecnico dell’LG G4, è infatti noto come anche Samsung vorrebbe implementarlo sul proprio top di gamma ma per scongiurare lo slittamento della presentazione nell’evento di Barcellona, attendendo le forniture di Qualcomm partite in ritardo, il colosso coreano starebbe pensando di ripiegare per il 90% della produzione sul SoC proprietario Exynos. La scelta rappresenterebbe un vantaggio per LG, pur dotata del SoC proprietario NUCLUN non ancora però soddisfacente per giocare un azzardo di tale genere, capace di giovare delle unità libere per la produzione di massa in tempi celeri del proprio LG G4.

Una situazione, come ben evidente, molto intricata che dovrebbe chiarire meglio i propri contorni nell’arco delle prossime settimane.