Guida Android | Come controllare lo smartphone da remoto con LG On-Screen Phone

Lo sviluppo degli smartphone, oltre che sulle sole schede tecniche, si articola su offerte software innovative capaci di offrire agli utenti ottimizzazioni uniche generalmente non disponibili attraverso comuni applicazioni attraverso il Google Play Store. Tra queste, quale pregio di LG, spicca il software di gestione e controllo remoto del device noto come LG On-Screen Phone.

La soluzione proposta da LG rappresenta un sistema interessante, per molti versi persino evoluto rispetto le soluzioni gratuite e liberamente accessibili come Air Droid, il tutto garantendo il controllo del dispositivo da PC sia per le azioni rispetto le notifiche, che per qualsiasi altro fattore potendo fare qualsiasi cosa direttamente da desktop.

Controllare lo smartphone  su PC con LG On-Screen Phone:

Prima di procedere è opportuno chiarire il sistema su cui è articolato LG On Screen sfrutta una connessione univoca che si sviluppa tra PC e dispositivo attraverso varie modalità come la rete WiFi, il Bluetooth e persino il classico cavo USB, trasportando l’intera interfaccia e le funzioni del vostro device a marchio LG sul PC per eseguire qualsiasi azione comodamente con un clic. Il tutto viene garantito dall’app nativa e da un software da scaricare per facilitare il controllo del device da remoto.

Procedura:

Come controllare lo smartphone da remoto con LG On-Screen Phone è una procedura abbastanza articolata specialmente nelle prime fasi, e richiede alcuni requisiti basilari:

  • On-Screen Phone: disponibile di default sul dispositivo oppure attraverso porting di firmware
  • Installazione del relativo software per Windows dal sito LG: Mirror

Una volta eseguita l’installazione avviate il software da computer e cliccate su “Procedura guidata installazione” grazie alla quale verrete indirizzati verso i vari passaggi da compiere per creare la gestione da remoto del vostro device LG.

Saltate la procedura di configurazione del dispositivo suggerita, che nella maggioranza dei casi risulta essere poco utile oltre che dispersiva, e recatevi alla scelta del metodo di connessione disponibile in tre opzioni:

  • Cavo USB: in questo caso la ricezione dati avverrà esclusivamente con la presenza dell’aggancio fisico
  • Connessione Bluetooth: se disponete di una porta di questo tipo potrete connettere il device anche a distanza entro un raggio limitato
  • Connessione WiFi: soluzione consigliata potendo accedere al dispositivo in qualsiasi punto esso si trovi, a patto di restare agganciato alla medesima WiFi, anche se magari sviluppata su estensori di rete multipli

A propria volta la scelta WiFi permette di optare per altrettante modalità come:

  • Hotspot portatile: solo se tale funzione è disponibile tra le connessioni abilitate da device e PC
  • Cavo Ethernet: da selezionare se il vostro PC sfrutta tale connessione, lo smartphone sarà abilitato ugualmente via WiFi
  • Wireless: da selezionare se caso il vostro PC sfrutta tale connessione, la medesima applicata dallo smartphone

Fornite conferma e cliccate su “Avanti” per le prossime due schermate sino alla terza che vi mostrerà i dispositivi abilitati, in caso di multipli LG, a questa tipologia di controllo con il nome da voi assegnato e l’IP invece stabilito dal router. Confermate la scelta e proseguite per vedere apparire una fedele riproduzione del vostro device sul desktop, una scelta necessaria per mostrare anche i tasti fisici che potrete sfruttare per qualsiasi operazione.

Il nostro test è stato eseguito con un LG G2, una volta avviata la connessione è stato possibile accenderlo e spegnerlo direttamente da computer, con sia l’utilizzo del tasto fisico riprodotto nell’imitazione che attraverso il doppio click di mouse su display in stile Knock On. Qualsiasi azione svolta sul software di LG On-Screen Phone viene automaticamente riprodotta dal vostro dispositivo accendendosi e modificando le schermate da solo, ed in tutta autonomia, ovunque lo abbiate lasciato.

Una soluzione interessante, forse poco conosciuta, che potrebbe spingervi a considerare l’acquisto di un modello LG, sia che si tratti specificamente dell’LG G2 o LG G3 che altri da poter controllare attraverso la nostra sezione dedicata alla offerte.

La guida è si conclude quì, per qualsiasi dubbio, domanda o segnalazione, potete fare richiesta direttamente dal Box commenti a fine articolo.