Facebook: svelato un approccio con Xiaomi, tramontato a causa di Google

Le mire espansionistiche di Facebook, già proprietaria di servizi primari nel proprio asset societario come Instagram e WhatsApp, si stanno progressivamente rivolgendo anche alla Cina quale mercato in crescita all’interno del quale, attualmente, il potere del colosso social è nullo considerando il ban vigente per la piattaforma di Mark Zuckerberg. Per tali motivi le nuove indiscrezioni che svelano un approccio con Xiaomi non sorprendono, bensì a farlo sono però gli esiti e le motivazioni da ambo le parti.

Secondo i colleghi di Reuters gli approcci tra i CEO dei due colossi, avvenuto con incontri informali nel mese di Ottobre, avrebbero prodotto sostanzialmente un’intesa tra le parti su diversi obiettivi purtroppo non emersi. Provando ad ipotizzarne qualcuno una partnership tra le parti avrebbe ovviamente fornito ad entrambe delle perfette porte d’accesso per i relativi mercati, semplificando il successo espansivo: Xiaomi avrebbe sfruttato Facebook per un dominio in Europa e negli Stati Uniti, Facebook per imporsi sul mercato asiatico, il tutto forse con un possibile Facebook Phone asiatico quale progetto mai totalmente defunto dopo il fallimento dell’HTC First e degli approcci con Samsung.

facebook-e-xiaomi

A bloccare il tutto, chiarendo però come l’investimento che Facebook aveva in mente non fosse così sostanzioso da far pensare ad un tentativo d’acquisizione, sarebbero stati i timori di Xiaomi verso la reazione da parte di Google. Ed è proprio quest ultimo aspetto a stupire, appare infatti chiaro quanto i legami tra l’azienda cinese ed il colosso di Mountain View siano molto più stretti di quanto si pensi e non esclusivamente strutturati sulla fornitura di Android visti anche i passaggi di ruolo di diverse figure di spicco del settore tra le due aziende, vedasi Hugo Barra.

Possibile, a questo punto, che si assista ad ulteriori sviluppi della vicenda nei prossimi mesi visti gli interessi sovrapposti da parte delle due aziende.