Recensione | Meizu Mx4 vs Xiaomi Mi4: confronto tra i top di gamma asiatici

 Dimensioni | Hardware | Interfaccia | Jump2u.com | Conclusioni |

I protagonisti della recensione confronto sono attualmente due tra i migliori prodotti nel panorama degli smartphone cinesi, configurandosi come esponenti di spicco di un mercato in netta crescita non solo dal punto di vista delle vendite quanto anche della qualità costruttiva, dell’esperienza di utilizzo e dell’affidabilità dei marchi. Il Meizu Mx4 e lo Xiaomi Mi4 sono due modelli apparentemente omogenei nell’idea di top di gamma dal prezzo contenuto, ma nel dettaglio emergono differenze diametrali tali da renderli eterogenei nei punti d’analisi pur nella loro generica similitudine.

Entrambi i dispositivi sono stati acquistato sullo store jump2u.com, del quale abbiamo sperimentato l’affidabilità ed i tempi di spedizione per gli smartphone cinesi, potendolo annoverare tra gli store che hanno fornito buoni feedback nel contatto col mercato europeo di cui Meizu e Xiaomi sono i principali colossi di rilievo.

Dimensioni – Scocca ed ergonomia

Xiaomi Mi4

Saltando l’unboxing dei prodotti, disponibili nelle rispettive recensioni dedicate ed apparsi molto similari per compattezza e minimalismo, il primo step di confronto parte dalle dimensioni delle scocche che si dimostrano il primo fattore di diversificazione del concetto di sviluppo dei due brand asiatici.

Il Meizu Mx4 offre linee curve e sinuose, con processi di levigatura propri di una voglia di assottigliare il dispositivo rendendolo quanto più piatto possibile, quest ultimo un dettaglio chiaro ed evidente già durante la tenuta con un grip piacevole ma non al massimo della tenuta per la quale è il caso di prestare un po’ d’attenzione. Il device vanta infatti dimensioni espresse in 144 mm per l’altezza, 72,5 di larghezza, 8,9 mm di spessore e 147 grammi per il peso.

Lo Xiaomi Mi4 offre linee meno sinuose e maggiormente compatte, questo concetto appare chiaro sin dall’impatto visivo e persino la tenuta ne trova giovamento fornendo una totale sensazione di solidità sebbene ciò vada a discapito di sinuosità e minimalismo. Il device vanta dimensioni espresse in 139 mm per l’altezza, 68.5 di larghezza, 8,9 mm di spessore e 149 grammi per il peso.

Appare evidente, dati alla mano, come i modelli si equiparino nell’ambito dimensionale eppure delle differenze sono evidenti con il favore, verso il Meizu Mx4, di bombature e rilievi capaci di fornire piacevoli sensazioni di utilizzo ed impatto visivo moderno mentre solidità e classicismo, verso lo Xiaomi Mi4, diventano propri di un’idea meno futuristica ma altrettanto attuale di smartphone.

Hardware – SoC, display e multimedialità

xiaomi mi4

Il lavoro condotto da entrambe le aziende sul piano hardware è rappresenta il meglio del panorama non solo asiatico quanto anche europeo mettendo in mostra i pregi ed il top delle schede tecniche nel segmento mobile, con lievi differenze per prestazioni e costi di realizzazione.

Il Meizu Mx4 vanta un SoC con processore  MediaTek MT6595, tipologia con CPU octa-core basato su doppio quad-core rispettivamente con Cortex A17 da 2.2 GHz e Cortex A7 da 1,7 GHz, una memoria RAM da 2 GB oltre lo storage interno da 16/32 GB privo di espansione via microSD. Lo Xiaomi Mi4 vanta invece un SoC con processore Qualcomm Snapdragon 801, in questo caso con CPU quad-core da 2,5 GHz, una memoria RAM da 3 GB, con  storage da 16/64 GB anche in questo caso privo di espansione di microSD.

La dotazione è altrettanto comune ed al contempo diversificata per quanto concerne display, fotocamera ed autonomia. Il Meixu Mx4 vanta uno schermo da 5,36 pollici con risoluzione da 1920 x 1152 p. con fotocamera posteriore da 20.7 megapixel ed anteriore da 2 megapixel alimentate da una batteria da 3100 mAh, Xiaomi Mi4 vanta invece un 5 pollici Full HD con risoluzione da 1920 x 1080 p. con fotocamera posteriore da 13 megapixel ed anteriore da 8 megapixel alimentate da una batteria similare da 3080 mAh.

La sintesi evidenzia una certa diversificazione in determinati punti pur partendo da basi comuni, le prestazioni non mostrano diversamente dalle aspettative grandi differenze di utilizzo nonostante sulla carta il Meizu Mx4 vanti un SoC teoricamente superiore ma ben compensato sul lato Xiaomi con l’ottimizzazione software che consente al processore Qualcomm di poter rendere al meglio, il tutto con sullo sfondo display ed autonomie praticamente identici le cui piccole differenze emergono rispetto le nozioni acquisite analizzando le scocche. Le multimedialità rappresentano il primo fattore di distacco, notevole è infatti la capacità di messa a fuoco del device Meizu sebbene lo Xiaomi Mi4 pur offrendo prestazioni standard tra i top di settore riesca a risultare più bilanciato grazie ad un obiettivo anteriore molto più adatto e proiettato verso i selfies.

Interfaccia – Flyme OS vs MIUI

meizuvsxiaomi1

Come svelato in diverse occasioni la bontà qualitativa degli smartphone cinesi non è solo presente sul piano hardware e nel tempo l’idea e la user experience orientali hanno trovato la massima espressione nelle due interfacce dominanti sul settore, ovvero Flyme OS e MIUI.

Entrambe vantano punti in comune che sembrano attingere dall’eco-sistema tipico di iOS fuso con i pregi di Android, esempi ne sono l’assenza di un app drawer ed alcune movenze funzionali del multitasking tipiche del pensiero Apple miste allo stile dell’OS di Google ed alle semplificazioni di navigazione ed utilizzo degli applicativi, tra i quali per entrambi figurano tutte le Google Apps ed il Google Play Store grazie alla certificazione ufficiale. L’impatto estetico è lievemente differente con un’idea Xiaomi maggiormente tendente verso Cupertino in contrapposizione all’idea Meizu del tutto in linea coi criteri del minimalismo e del Material Design di Mountain View.

Acquisto – Store jump2u.com

meizumx4-xiaomimi4jump2uL’acquisto di smartphone cinesi, seppur di due prodotti blasonati sul mercato internazionale come Meizu e Xiaomi, vanta spesso perplessità in merito spedizioni, assistenza e tasse doganali.

Nel nostro caso la recensione è stata condotta eseguendo l’acquisto di entrambi i modelli da jump2u.com, store del quale abbiamo potuto constatare le metodologie di spedizione riscontrando una buona affidabilità anche nella qualità dei prodotti selezionati. Per quanto concerne il Meizu Mx4, e riportato dettagliatamente all’interno della recensione specifica, è disponibile in versione da 16 e 32 GB, ai prezzi rispettivamente di 227,74 e 254,29 euro per la variante cromatica bianca, a 299,95 e 367,45 euro invece per la variante cromatica grigia: Meizu Mx4.

Lo Xiaomi Mi4, del quale abbiamo eseguito una precedente recensione dedicata con acquisto su altro sito, è stato riacquistato allo scopo di verificare anche le possibili differenze rispetto un’esperienza già condotta oltre che per poter eseguire questo confronto. Il dispositivo è disponibile nella versione da 16 GB al prezzo di 299,95 euro: Xiaomi Mi4.

Conclusioni finali

Sulla base di recensione e test condotti, i modelli si equiparano sia in termini di prestazioni che di esperienza utente evidenziando però delle lievi differenze in alcuni ambiti di valutazione tali da essere primari per l’eventuale orientamento all’acquisto in base alle singole esigenze e preferenze.

Il Meizu Mx4 è fortemente consigliato per chi ha una naturale propensione allo sfruttamento delle multimedialità, con la fotocamera che si mostra un gioiello per qualità e velocità di messa a fuoco, sebbene l’interno dispositivo non pecchi neppure nell’utilizzo professionale che però non risulta opportunamente ottimizzato in termini di semplificazione dei processi.

Lo Xiaomi Mi4 è invece consigliato per chi cerca un prodotto d’avanguardia con un design compatto e semplice, nei vari comparti eccelle senza però risultare il punto di riferimento del settore e ciò gli conferisce una certa versatilità in base agli utilizzi per chi non vuol rinunciare a nulla senza però richiedere prestazioni eccessive, inoltre la semplificazione di alcuni processi di utilizzi lo rende adatto per costanza anche per utilizzi professionali.