Guida Samsung Galaxy Note 4 | Come sostituire “Ok Google” ad S-Voice a schermo spento

Le potenzialità del nuovo Samsung Galaxy Note 4, non smentendo la bontà della nota serie di phablet coreana, sono svariate rappresentando un punto di massima nel panorama. Tra queste, dettaglio particolarmente interessante, a spiccare sono i rinnovati comandi vocali per il potenziamento dell’utilizzo del dispositivo senza mani a schermo sia accesso che soprattutto spento.

L’attenzione al riconoscimento vocale è infatti uno dei trend delle prossime generazioni di dispositivi, ad oggi evidenziato da pochi altri competitors come il Motorola Moto X 2014, diversamente però dai rivali Samsung vanta un sistema proprio e contrapposto a Google Now, ovvero S-Voice. Nonostante ciò come sostituire “Ok Google” ad S-Voice a schermo spento è possibile attraverso un procedimento semplice e non lesivo delle prestazioni del dispositivo.

OK Google su Samsung Galaxy Note 4:

Prima di procedere è opportuno chiarire come la sostituzione della hotword Ok Google, la cui attivazione in tutte le schermate è disponibile in una guida apposita per qualsiasi dispositivo, sovrastando il sistema di riconoscimento di S-Voice sia possibile attraverso l’utilizzo di un servizio che non richiede permessi di root come S For Switch Voice Free, che non altera sistema permettendovi di deviare il flusso dati di riconoscimento sul servizio da voi imposto, ovvero del colosso di Mountain View e proprio di Android.

Diversamente da qualsiasi altro sistema, oppure dalla stessa funzionalità basilare, oltre a rendere attivo il comando in lockscreen ed in tutte le schermate “Ok Google” sarà richiamabile a schermo spento senza intaccare la batteria, il cui prosciugamento è evitato proprio dal sistema appositamente sviluppato sul Samsung Galaxy Note 4 per favorire S-Voice.

Procedura:

Come sostituire “Ok Google” ad S-Voice a schermo spento su Samsung Galaxy Note 4 vi richiederà pochi minuti, il procedimento richiede infatti pochissime impostazioni oltre ad un solo requisito minimo da poter soddisfare sia in partenza che durante il processo:

Il primo passo consiste nell’adeguata correzione dei parametri di ricerca di Google Now, aprite quindi Ricerca Google e recatevi alle “Impostazioni“, selezionate tra le opzioni “Voce” ed infine “Rilevamento di Ok Google” seguendo le istruzioni per completare il rilevamento della vostra voce che, ovviamente, per motivi logici si consiglia di eseguire in aree silenziose dove potrà spiccare il solo vostro tono vocale.

Completato questo passaggio assicuratevi di porre una spunta su tutte le voci segnalate nella schermata, che vi permetteranno di poter abilitare il riconoscimento in tutte le schermate e lockscreen. A questo punto avendo pronta la base di Google Now non vi resterà che by-passare il riconoscimento vocale a schermo spento e con consumi ridotti di S-Voice dando il via all’applicazione S for Switch Voice, la cui impostazione dei settings è molto intuitiva oltre che personalizzata in base alle vostre necessità, che vi consentirà di effettuare lo switch da quel momento in modo permanente sul vostro Samsung Galaxy Note 4.

Il meccanismo di funzionamento è stato testato impostando come lingua predefinita di Google Now l’Inglese US, ciò potrebbe sottintendere il non corretto funzionamento in Italiano per tutti. Quest ultimo aspetto è superabile sfruttando il recentissimo sistema multi-lingua dell’assistente vocale del colosso di Mountain View impostando, tra le lingue abilitate al riconoscimento, entrambe per sfruttare l’attivazione ed il risveglio “Ok Google” e chiedere successivamente i comandi in lingua nativa, il tutto seguendo la guida dedicata sia al supporto multi-lingua che ai comandi disponibili in italiano.