Android Auto: in futuro pre-installato sulle vetture, Google fissa gli obiettivi

Il futuro del nuovo sistema di supporto automobilistico, ovvero Android Auto, appare decisamente ricco di prospettive secondo quanto emerso dalle ultime indiscrezioni prossime al colosso di Mountainv View che, con quest ultimo, punta a finalizzare la quadratura di un cerchio che interessa anche Android Wear e l’accentramento dei servizi di riconoscimento vocale.

La presentazione del sistema operativo per auto ha infatti spianato la strada a varie supposizioni di utilizzo, tra queste non mancherebbe l’utilizzo di Android Auto per modificare l’approccio alla gestione ed al monitoraggio dei veicoli fornendo una diretta panoramica sulle componentistiche e gli screening di corretta funzionalità, il tutto legandosi ovviamente ai vantaggi di movimento che un veicolo costantemente connesso alla rete può fornire nella navigazione sia su strada che interattiva. Per rendere reale un futuro ancora lontano, Google punterebbe all’integrazione diretta nei veicoli la quale, diversamente dalle aspettative, non potrà finalizzarsi a breve tempo visto la necessità di omogeneizzare il roll-out di Android 5.0 Lollipop quale release basilare per la corretta integrazione con dispositivi mobile, aspetto che include anche gli smartwatch equipaggiati con Android Wear che faranno di Google Now il punto focale del proprio successo, nonostante le class action contro l’accentramento derivati sui servizi preinstallati su smartphone e tablet.

L’azienda californiana starebbe quindi sfruttando questo periodo di diffusione di Android 5.0 Lollipop per ottimizzare ulteriormente Android Auto e finalizzare i colloqui con le principali aziende automobilistiche integrando l’OS non solo nei cruscotti quanto soprattutto agli apparati dei veicoli, aspetto che dovrebbe diventare realtà a partire dalla release M che rappresenterà il vero punto di svolta per il panorama Android creando una prima e vera unificazione tra Android, Android Wear ed Android Auto.