Guida Android | Come resettare le applicazioni eliminando cache e dati

Ogni tipologia di dispositivo Android vanta, per l’utilizzo delle applicazioni, un meccanismo univoco di gestione dei dati personali e di quelli accumulati durante l’utilizzo dei singoli servizi che contribuisce, nel lungo andare, ad appesantire il device contribuendo alla riduzione delle prestazioni ed alla comparsa di errori spingendo ad individuare metodi su come resettare le applicazioni.

L’importanza di tale procedura risulta primaria per poter garantire al proprio smartphone o tablet una certa longevità, ciò ovviamente a prescindere dalla scheda tecnica tenendo conto come anche un modello con grandi risorse con un utilizzo dispendioso è destinato allo stesso problema. Per fortuna Android contempla un sistema interno per resettare le applicazioni agendo sui fattori quali cache e dati personali ripristinando qualsiasi app alle “condizioni di fabbrica“, senza eccezione alcuna.

Resettare le applicazioni Android:

Prima di procedere è opportuno chiarire come resettare le applicazioni Android non rappresenta una processo problematico o complessa, essendo contemplata nelle opzioni di gestione accessibili liberamente dall’utente. Nonostante tutto è opportuno comprenderne l’utilizzo per evitare abusi che, oltre a danneggiare l’esperienza utente e l’utilità stessa delle app, può creare danni al dispositivo in termini di errori di comunicazioni tra i servizi integrati, ovvero le app di sistema, e quelli invece scaricati dal Google Play Store.

Procedura:

Come resettare le applicazioni eliminando cache e dati vi richiederà pochi minuti, un tempo variabile a seconda della mole di applicazioni presenti sul vostro device e di dati accumulati che possono richiedere dei secondi in più per finalizzare la procedura rispetto i tempi standard.

Una volta individuati i servizi sui quali agire dovrete recarvi al pannello “Impostazioni” e cliccare sulla voce “Gestione applicazioni” introducendovi nell’area dedicata al controllo di tutti i servizi presenti sul dispositivo Android. Navigate tra le schede, preferendo l’area “Tutte le applicazioni” al fine di non farvi sfuggire alcun titolo e su ogni voce cliccate per abilitare la pagina dedicata.

Abbiamo effettuato il test con Facebook, una delle applicazioni soggette al maggior accumulo di dati in cache ma di certo non l’unica nel suo genere a vantare tale comportamento. Nella schermata, sicuramente nota ai più, potrete gestire sia la disattivazione che la disinstallazione del servizio ma tra i parametri inclusi vi sono anche “Cache” e “Dati” rispettivamente utili per gli accumuli di utilizzo e per i dati dei vostri account, entrambi cancellabili dagli appositi tasti dedicati la cui collocazione varia in funzione dell’interfaccia in utilizzo.

Una volta concluso questo processo ogni applicazione da voi sottoposta al trattamento sarà resettata e ripristinata ai parametri di fabbrica, ciò risulta valido per qualsiasi contenuti inclusi i servizi appartenenti alle Google Apps.