Nvidia Shield vs HTC Nexus 9: specifiche tecniche e differenze a confronto

In questo articolo metteremo a confronto due tablet Android: l’appena annunciato Nexus 9 di Google, prodotto in collaborazione con HTC e confrontato di recente con l’iPad Air 2 di Apple, e lo Shield di Nvidia in versione LTE. Quest’ultimo è stato annunciato a Luglio e rilasciato a Settembre. Scopriamo tutte le differenze in maniera dettagliata. Il Nexus 9 di HTC si confronta con lo Shield di Nvidia in versione LTE ma il primo è dotato di specifiche migliori come una fotocamera posteriore più grande e il SoC Tegra K1 con architettura a 64 bit.

Display

Il Nexus 9 è caratterizzato da un display con una diagonale di 8.9 pollici, una densità di pixel di 281, con risoluzione di 2048 × 1536 pixel, una protezione Corning Gorilla Glass 3 e tecnologie IPS ed LCD mentre lo Shield di Nvidia si presenta con un display da 8 pollici, 283 pixel per pollice ed una risoluzione di 1920 × 1200 pixel.

Processore e Grafica

Entrambi i tablet sono equipaggiati dal processore Tegra K1 prodotto da Nvidia ma sullo Shield è presente una CPU quad-core con architettura Cortex A15 con clock di 2.2 GHz e scheda grafica ULP GeForce Kepler con 192 core mentre sul Nexus 9 lo troviamo con una CPU dual-core Denver che gira ad una velocità di 2.3 GHz con architettura a 64 bit e GPU Kepler DX1.Nvidia-Shield-vs-HTC-Nexus-9-specifiche-tecniche-e-differenze-a-confronto-6

Memoria RAM e Storage interno

Entrambe le tavolette hanno una memoria RAM da 2 GB con uno storage interno da 32 GB, ma ci sono alcune differenze. Il Nexus 9 è disponibile anche nella versione da 16 GB di memoria interna ma lo Shield di Nvidia ha il supporto per espansione tramite micro SD.

Peso e Dimensioni

Il tablet di Nvidia ha un peso di 390 g e presenta delle dimensioni di 221 × 126 × 9.2 mm mentre il dispositivo di HTC pesa 425 g nella versione solo Wi-Fi, e 436 g in quella con supporto LTE e misura 228.2 × 153.7 × 7.9 mm.

Connettività

Entrambi i device hanno il supporto per le reti LTE, HSPDA, EDGE, GPRS e GSM e dispongono delle connettività Wi-Fi, Bluetooth, micro USB 2.0, GPS e Glonass. Il Nexus 9 è dotato di una connessione 4.1 più veloce del Bluetooth ed ha il supporto NFC.

Fotocamere

Sullo Shield di Nvidia troviamo una fotocamera posteriore da 5 megapixel con risoluzione di 2592 × 1944 pixel, autofocus, geo-tagging, touch focus, HDR e la possibilità di registrare video ed una anteriore con la stessa risoluzione e con la tecnologia HDR. Sul portatile di HTC, invece, è presente una posteriore da 8 megapixel con risoluzione di 3264 × 2448 pixel, autofocus, flash LED, geo-tagging, touch focus, rilevamento del volto e la possibilità di registrare video a 1080 pixel a 30 fps mentre ha una anteriore da 1.6 megapixel con registrazione di video a 720 pixel.Nvidia-Shield-vs-HTC-Nexus-9-specifiche-tecniche-e-differenze-a-confronto-4

Sistema operativo

Entrambi hanno a bordo il sistema operativo Android, ma sullo Shield è presente la versione 4.4.2 KitKat mentre sul Nexus 9 la 5.0 Lollipop.

Batteria

Sul dispositivo di Nvidia troviamo una batteria da 19.75 Wh con una autonomia sconosciuta mentre il Nexus 9 di HTC ne ha una da 6700 mAh non rimovibile.

Prezzi

Lo Shield di Nvidia può essere acquistato su Amazon nella versione solo Wi-Fi e da 16 GB ad un prezzo di € 299,99 con spedizione gratuita mentre il dispositivo di HTC può essere preordinato su Amazon ad un prezzo di € 399 per la versione 16 GB solo Wi-Fi e € 489 per quella da 32 GB solo Wi-Fi in colore bianco e nero e € 569 per quella da 32 GB con supporto LTE in colore nero.Nvidia-Shield-vs-HTC-Nexus-9-specifiche-tecniche-e-differenze-a-confronto-7Nvidia-Shield-vs-HTC-Nexus-9-specifiche-tecniche-e-differenze-a-confronto-1Nvidia-Shield-vs-HTC-Nexus-9-specifiche-tecniche-e-differenze-a-confronto-2Nvidia-Shield-vs-HTC-Nexus-9-specifiche-tecniche-e-differenze-a-confronto-3

Conclusione

Il Nexus 9 di HTC presenta delle caratteristiche migliori con una risoluzione ed una dimensione maggiore del display, è più sottile, ha una fotocamera posteriore con un sensore più grande ed ha in dotazione il flash LED, ha una connessione Wi-Fi più veloce, il processore, anche se lo stesso, ha un’architettura a 64 bit con una velocità di 100 MHz in più, il display è dotato della protezione Corning Gorilla Glass 3, ha il supporto NFC ed una versione del Bluetooth più veloce ed ha a bordo l’ultima versione 5.0 Lollipop di Android con aggiornamenti provenienti direttamente da Big G. Lo Shield di Nvidia presenta in più lo slot di espansione per aumentare la memoria interna, è leggero, corto, stretto ed ha un volume minore, ha l’uscita HDMI, una fotocamera anteriore con risoluzione maggiore con modalità HDR ed è presente la tecnologia DirectStylus 2 che permette di riconoscere diversi livelli di pressione sullo schermo utilizzando delle penne capacitive ottenendo ottimi livelli di pressione.

Tabella Comparativa Specifiche Tecniche

Tipo Tablet Tablet
Marca Google (HTC) Nvidia
Modello Nexus 9 Shield (LTE)
Display IPS LCD, 8.9″, 281 PPI, 2048 × 1536 pixel, Corning Gorilla Glass 3 8”, 283 PPI, 1920 × 1200 pixel
Processore dual-core Nvidia Tegra K1 Denver (64 bit) da 2.3 GHz quad-core Nvidia Tegra K1 (Cortex A15) da 2.2 GHz
Scheda Grafica Kepler DX1 ULP GeForce Kepler con 192 core
RAM 2 GB 2 GB
Memoria Interna 16/32 GB 32 GB
Slot SD NO SI, con micro SD
Peso 425 g (Wi-Fi)/436 g (Wi-Fi + LTE) 390 g
Dimensioni 228.2 × 153.7 × 7.9 mm 221 × 126 × 9.2 mm
Altoparlanti SI, stereo SI, stereo, doppio basso reflex
Uscita jack 3.5 mm SI SI
LTE SI 800/1800/2100/2600
HSDPA 850/900/1700/1900/2100 850/900/1900/2100
EDGE SI SI
GPRS SI SI
GSM 850/900/1800/1900 850/900/1800/1900
NFC SI NO
Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac dual band 802.11 a/b/g/n dual band
Bluetooth 4.1 4.0
USB micro 2.0 micro 2.0
Infrared NO NO
Fotocamera post. 8 megapixel, 3264 × 2448 pixel, autofocus, flash LED, geo-tagging, touch focus, rilevamento del volto, registrazione di video a 1080 pixel a 30 fps 5 megapixel, 2592 × 1944 pixel, autofocus, geo-tagging, touch focus, HDR, registrazione di video
Fotocamera ant. 1.6 megapixel, registrazione di video a 720 pixel 5 megapixel, HDR
Sensori accelerometro, giroscopio, di prossimità, compasso accelerometro, giroscopio, bussola
GPS SI SI
Glonass SI SI
Batteria 6700 mAh non rimovibile 19.75 Wh
Sistema Operativo Android 5.0 Lollipop Android 4.4.2 KitKat
Colori Bianco, Nero, Sabbia Nero
Prezzo Amazon: Wi-Fi: € 399/16 GB e € 489/32 GB (pre-ordine)

LTE: € 569/32 GB (pre-ordine)

Amazon: € 299,99/16 GB/solo Wi-Fi
Altro DirectStylus 2
Voto 9/10 8/10
  • R1cR1

    Assurdo i due tablet sono stati comparati in base alle specifiche sulla carta, senza nemmeno capire. Così lo Shield ha volume minore… lol… il tablet Nvidia vanta tra i migliori speaker sul mercato con Bass reflex integrato per migliorare la resa dei bassi. Inoltre si dice che il Nexus ha una maggiore frequenza di clock e ha 64 bit. Vero peccato che lo Shield ha 4 core mentre il Nexus è un dual core. In pratica nell’uso lo Shield è decisamente più performate almeno fino a quanto non saranno disponibili applicazioni fatte per i 64 bit e di tempo ce ne vorrà molto. Inoltre si dice che il Nexus ha Android 5 mentre lo Shield solo kit kat. Peccato che Nvidia ha già dichiarato che il suo tablet sarà tra i primi a passare a lollipop. Inoltre sullo Shield ci sono ottimitazioni software che permettono un uso come console o per il game streaming. Insomma Shield batte Nexus per prestazioni, espandibilita, comparto sonoro e prezzo. Il Nexus ha 64 bit (ma i bit non fanno prestazioni), un aspect ratio 4:3 (che a me non piace, ma qualcuno può preferire) e offre qualcosina in più sul versante connessioni grazie ad NfC e wifi duale (ma chi le usa?). Unico motivi veri per preferire il Nexus sono lo schermo maggiore è gli aggiornamenti di Big G.

    • Alessio Salome

      Ciao, non c’entra nulla la frequenza di clock e il numero di core. Dagli ultimi test fatti, risulta che la versione dual-core del tegra k1 è il miglior processore in termini di prestazione ed è comparabile al mac pro 2012 di Apple come potenza. Forse tu non usi il supporto NFC e il WiFi ma c’è gente che li usa (come me). Per quanto riguarda lollipop lo so che riceverà l’aggiornamento ma io sto parlando della situazione attuale quindi è meglio il nexus 9.

      • R1cR1

        Vero che sulla carta il nuovo SOC k1 a 64 bit è più performante, ma nella pratica come dicevo le differenze bisognerà vederle perchè per ora nessuno lo ha nemmeno provata la versione di Android 5.0 che supporta i 64 bit.
        Complimenti se usi NFC su un tablet da 9 pollici… che ci paghi il tram? E infine quanti dispongono di un router con supporto a/c? Praticamente nessuno (tranne te ovviamente).
        Comunque la cosa che non mi piace è la comparazione di prodotti che non sono stati nemmeno provati! Evitate….

        • Alessio Salome

          Io l’NFC lo uso con il mio smartphone. Io ho detto che in alcuni test di comparazione che sono stati fatti tra i vari processori, il k1 risulta essere quello più potente.

        • DeePo

          Senza offesa, ma se nVidia che produce entrambe, dice che è più veloce… è più veloce.
          Il che non significa che lo Shield sia da tirare nel cesso.

          • Alessio Salome

            Si assolutamente io non ho detto che lo Shield sia malvagio ma secondo me è più performante il nexus 9. Il tablet di nVidia è adatto per le persone che amano il gaming.

          • R1cR1

            No, i test mi danno ragione, senza software ottimizzato lo Shield è più performante, i dati comparativi pubblicati oggi su bitsandchips it non lasciano dubbi.

          • DeePo

            Non so perché, ma mi hanno bloccato la risposta precedente, ogni modo vatti a vedere il sito originale, vedrai che le cose non stanno esattamente così.
            lo Shield è avanti solo sulla batteria è nei test grafici onscreen, ovviamente avendo stessa GPU ed essendo entrambe da 6700 mAh, mentre lo schermo è più grande e con più alta risoluzione.

          • R1cR1

            Forse meglio che leggi bene anche i risultati relativi ai benchmark SunSpider e BaseMark OS II, in cui il SoC di nVidia nella variante Denver @64 bit è molto indietro.

          • DeePo

            Solo nel test Web Oriented, la CPU non c’entra nulla, è Chrome che non è ancora ottimizzato.
            Tra l’altro ti ricordo che era un esemplare pre release.
            Negli altri BaseMark OS II vola, in particolare Memory, grazie ai 64 bit.

          • R1cR1

            No scusa fammi capire come ragioni: è più importante la velocità di accesso alla memoria o come girano le applicazioni? L’articolo dice esattamente quanto sto continuando a ripetere: per sfruttare la nuova CPU occorre ottimizzare il software, cosa che probabilmente farà Google almeno con Chrome (visto che monta il Denver sul Nexus 9 si spera…). Che poi le altre app, giochi, facebook ecc vengano riscritte con le librerie adatte alla CPU Denver (se e quando saranno disponibili) è tutto da vedere. Attualmente le prestazioni del NEXUS 9 sono ‘IMBARAZZANTI’ non solo nei test, ma anche le prime prove lo confermano. Vero è che si tratta di pre-realise, spero bene che possano migliorare perché sarebbe davvero una pessima figura lanciare un ‘mostro’ come il Nexus 9 per farlo laggare sul browser o con facebook… Torno a dire per ora (e per molto tempo probabilmente) lo Shield è il tablet che garantisce le migliori prestazioni con l’attuale software disponibile, nei prossimi anni si vedrà, MA ricordiamoci che incomincia l’era dei Snapdragon 64 bit, secondo te chi diventerà il riferimento per gli sviluppatori?? Se guardiamo al passato purtroppo non ci sono dubbi, i processori Tegra 3, pur essendo montati sul Nexus 7, non sono mai stati davvero sfruttati dalla maggior parte dagli sviluppatori. Non parliamo del lato gaming, dove comunque le prestazioni del Nexus 9 rimarranno inferiori per via della risoluzione del display e della memoria ram (velocissima, peccato siano solo 2 Gb.). Poi sarei felice di essere smentito, vedremo se tra un anno le cose saranno divere, ma io sono pronto a scommettere…

          • DeePo

            No, mi sa che hai frainteso, intendevo Chrome in assoluto, non Chrome sul Nexus 9.
            Tutte le versioni di Chrome rilasciate sui Nexus hanno fatto schifo, soprattutto all’esordio.
            Il test della memoria ti dà un dato rilevante sulla velocità di accesso scrittura lettura, che è fondamentale per la velocità di esecuzione delle app in generale.
            Infatti Overall che è la somma degli altri, Graphics, Memory e System sono tutti a favore del N9.
            Poi evidentemente ti sfugge il funzionamento di Android, della nuova VM ART e dell’implementazione AArch64, non è necessario scrivere le app per un device specifico, è l’interprete runtime che fa l’ottimizzazione.
            Certo il codice può essere scritto per semplificare il lavoro all’interprete e certamente ART verrà ottimizzato parecchio nei prossimi mesi, ma già adesso viaggia.
            Perciò in sintesi, si il Nexus 9 è attualmente il tablet Android più veloce sul mercato.

          • R1cR1

            HAHAHA: pensare che sia il compilatore, ART o DALVIK poco importa, ad ottimizzare le APP a seconda dell’ HW è davvero una barzelletta… se fosse così davvero non esisterebbe il problema della frammentazione.

            Basta leggersi le recensioni del NEXUS 9 e le prove per capire la situazione:

            Engadget:
            ‘Curious, I pitted the K1-toting Nexus 9 and Shield tablet against each other in a few more tests — the 9 boasted a stronger single-core score than the Shield in Geekbench 3 (1,643 vs. 1,074), but the multi-core score definitely skewed in the Shield’s favor.’

            The Verge:
            ‘With all of those bits and cores, one would expect the Nexus 9 to be extremely fast without any performance hiccups, but sadly that is not the case. Stutters and slowdowns are plentiful, apps take a long time to open and load, and some apps just crashed repeatedly. Once a game like Goat Simulator or Monument Valley does load, game play is fine, with steady framerates and no lag. It’s just a chore to get there. IT GETS HOT AND RUNS SLOW — NOT A GREAT COMBINATION
            The 9 also gets warm with just light use and downright hot when it’s pushed while playing a game.

            Per la cronaca ti assicuro che il Shield tablet non si scalda MAI, nemmeno dopo ore di gioco intenso.
            Se poi vuoi mettere in discussione non quello che dico io, ma le autorevoli fonti che ho citato, replica pure, io chiudo qui perchè tanto sai come si dice, non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.

          • DeePo

            Ed infatti è esattamente così che funziona, non sai neppure come è strutturato Android e quale sia il problema relativo alla frammentazione.

            Quanto a The Verge, o meglio iVerge fonte autorevole? Ma non farmi ridere, vatti a leggere i commenti al video della recensione, hanno perso completamente credibilità.

            Su GSMArena trovi i test, si nei bench multicore il 32 bit è un pelettino più veloce, praticamente fanno lo stesso punteggio, single core più avanti nettamente Denver.

            Nel complesso avanti il Nexus 9, buona lettura.
            Ah, per la cronaca, no, non scalda più di tanto, decisamente molto, ma molto meno di un Exynos.

          • R1cR1

            Giusto perché tu lo sappia ART compila pezzi di bytecode in codice nativo, aumentando un po’ l’efficienza rispetto all’interpretazione pura della Dalvik o alla compilazione in tempo reale di JIT. Pertanto ART è semplicemente un po’ più performante rispetto a Dalvik, ma comunque per la filosofia dell’OS, lavora con risorse limitate e con codice già compilato (bytecode). Pertanto pensare che riesca ad ottimizzare le APP in base all’HW è pura fantainformatica (LOL ho coniato questo termine per te, pensa che onore!). Devo dire che personalmente non ho ancora potuto analizzare in dettaglio come funziona ART, vedremo quanto sarà davvero più performante nella versione definitiva, visto che per ora ho avuto disponibile solo in ‘beta’.

            Cosa sia poi l’ottimizzazione del SW sarebbe un concetto su cui un professore di informatica potrebbe tenere corsi universitari… giusto per stare semplici che tu possa capire:
            ‘Anche se la parola “ottimizzazione” condivide la stessa base di “ottimo”, è raro che il processo di ottimizzazione produca un sistema ottimo. Il sistema ottimizzato sarà tipicamente ottimo solamente in un senso. Uno può ridurre il tempo di esecuzione di un programma, ma al prezzo di consumare più memoria; oppure un programma può occupare meno memoria ma al prezzo della velocità di esecuzione’ (Wikipedia).

            In relazione alla faziosità di The Verge ti posso dare ragione, ma anche le fonti da te citate evidenziano più o meno le stesse criticità e comunque, argomento principale della discussione, la presunta superiorità del Nexus 9 rispetto allo Shield (in termini di prestazioni pure) è certa sono il determinati contesti, nell’user experience sembra essere invece decisamente superiore lo Shield. Concludo solo dicendoti che sono un utilizzatore di Nexus, da sempre, e non ho alcun interesse a screditare questo prodotto, che invece spero possa davvero avere molto successo, sebbene la mancanza di SD card ext, un taglio di RAM non ottimale e un SOC non progettato inizialmente per il mercato consumer e che nell’uso puoi sfruttarlo anche come scaldamani.

          • DeePo

            Vedi che non hai idea né di come funzioni, né delle differenze tra ART e Dalvik, fare il saccente quando non si padroneggia la materia, non dà una bella immagine di sé, citare l’edizione italiana di wikipedia poi, squalifica l’interlocutore.
            Comunque per tua informazione con Lollipop Dalvik va in pensione definitivamente la VM adesso sarà solo ART.
            Anche per questo i benchmark, ancorché favorevoli, vanno presi con riserva, ci sono ampi margini di miglioramento.
            Non ti dico che lo Shield sia un aborto, riesce anche lui a stare davanti all’iPad Air 2, ahimè punto di riferimentoriferimento, in molti test, grazie soprattutto alla GPU.

          • R1cR1

            Mai detto che Dalvik rimane in Android 5, quanto invece ho detto è assolutamente corretto, se poi non lo capisci mi dispiace non sapermi spiegare… come la citazione di wiki serviva a cercare di farti comprendere il concetto di ottimizzazione, ma tant’è…
            Comunque al momento il Nexus 9 è proprio messo malino, uscita la recensione di HDBLOG e la storia è la stessa… non credo siano faziosi anzi..

          • DeePo

            Lascia perdere, ti sei qualificato, si sente il fastidioso rumore delle unghie sul vetro…
            Però permettimi un suggerimento, anche se non è obbligatorio sapere come funziona quello che si utilizza, sarebbe sempre auspicabile approfondirlo.

          • R1cR1

            Ma fatti una doccia …. non hai nemmeno le basi della programmazione e non capisci l’italiano visto che non mi pareva di aver scritto difficile nemmeno x il tuo livello.

          • DeePo

            Per quanto ne sai tu, potrei essere un ingegnere, o magari un programmatore freelance…
            O magari tutt’e due.
            E magari potrei pure indicarti un paio di libri da studiare.
            Do un’occhiata ai miei preferiti:
            The Android Developers Cookbook di James Steele e Nelson Ti e
            Professional Android 4 Application Development.

          • R1cR1

            Leggili bene ma non ti aiuteranno a capire…

          • DeePo

            Ancora? Fai casino tra pacchetti e codice compilato, tra interpreti e compilatori, dici che i test sull’accesso alla memoria sono irrilevanti per la velocità delle app, confondi la frammentazione, compatibilità e ottimizzazione del codice, sei davvero convinto che ogni app debba essere riscritta per ogni nuovo terminale Android? Guarda che non è Windows.
            Insomma hai scritto talmente tante castronerie, che faresti meglio a nasconderti.

          • R1cR1

            Non ti servono dei libri se non capisci quello che uno scrive. Ho detto che per sfruttare al meglio il Denver servirà ottimizzare il SW, non riscrivere da capo le app. Ma se sei ‘ bravo’ rispondi a questa domanda (se la capisci): a che livello bisogna implementare il SW per migliorare le performance del decoder VILW?Rispondi correttamente e hai capito cosa intendo, altrimenti sei una capra.

          • DeePo

            Hai ragione, è proprio questione di saper scrivere in italiano.

            Supponendo di aver capito cosa intendevi con questa domanda un po’ così, presuppongo volessi la risposta basso, ma sarebbe più corretto compilatore, se ne deduce anche perché sbagli.

            Recupero quanto hai scritto poco più su:

            “In pratica nell’uso lo Shield è decisamente più performate almeno fino a quanto non saranno disponibili applicazioni ottimizzate per il suo SOC a 64 bit e di tempo probabilmente ce ne vorrà molto.”

            Se un’app non è stata scritta usando l’NDK, il beneficio è immediato, visto che passa da essere interpretata a compilata (si spera e si presume bene) da ART. Il problema non è di ottimizzazione, semmai potrebbe essere che non funzioni, visto che anche dopo tutto il betatesting fatto, ART è pur sempre giovane ed un compilatore non è esattamente la cosa più semplice che ci sia.

            Se tutto va bene, il margine di miglioramento è di circa il 20%, ti linkerei degli esempi, ma vedo che i link all’esterno non sono graditi, basta fare una ricerca.

            Se viceversa è stata compilata usando ICC, beh certamente per poter essere ottimizzata dovrà essere ricompilata. Anche in questo caso, il miglioramento dipenderà dalla bontà del compilatore piuttosto che dal codice stesso.

            Perciò in breve, la tua affermazione è semplicemente sbagliata.

    • DeePo

      A speaker probabilmente la spunta sempre il Nexus, quanto al SoC, la versione a 64bit è più performante, i due core Denver sono radicalmente diversi per architettura dai 4 core del K1 a 32Bit, i più tradizionali A15.
      Resta da vedere il peso della maggior risoluzione sulla GPU, che è la medesima, con un 0,1 GHz di clock in più.

      • R1cR1

        Ma infatti per fare dei paragoni occorre attendere dei confronti reali, e di Nexus 9 per ora ci sono solo dei pre-sale samples (come si fa a dire che sono meglio gli speaker di uno o dell’altro? Qualcuno li ha effettivamente comparati?). Hai poi centrato un aspetto importante: la maggiore risoluzione e il ratio 4:3 avranno sicuramente un peso non trascurabile, sopratutto sulla ram (e in tal senso il N9 dovrebbe avere non meno di 3Gb per sfruttare a pieno le potenzialità del nuovo SOC). Per questo dico che alla fine lo shield risulterà più performante, nell’ambito per cui è nato (il gaming) e non solo, considerando le varie soluzioni adottate che non sono solo nel SOC. Poi, dico che lo Shield offrirà una migliore esperienza utente anche grazie alle implementazioni di Nvidia (senza parlare del controller dedicato), e lo dico da possessore di Nexus. A tal proposito, il fatto che ad implementare il software ci sia Google non è affatto garanzia di ottimizzazione, sopratutto visto i risultati con il nexus 7 (2012) e scommetto che Nvidia invece coccolerà per molto tempo lo Shield su cui pare abbia davvero investito (e infatti sono già usciti tre update dal primo firmware).
        Attendo con impazienza un vero confronto per verificare le mie supposizioni.