Guida | Come attivare la verifica in due passaggi su Microsoft Outlook

L’utilizzo da parte di Google delle modalità di sicurezza sui proprio account Gmail, in particolare della verifica in due passaggi, ha nel tempo spinto molti altri servizi dedicati al medesimo settore nell’imitarne la modalità garantendo un firewall di sicurezza per gli utenti e la stessa Microsoft col proprio Outlook si è adeguata agli standard.

L’azienda di Redmond ha infatti emulato, in tutto e per tutti, il medesimo sistema di controllo degli accessi vincolando, sempre su preferenze indicate dagli utenti, all’utilizzo di codici di accesso generati al momento dell’accesso al proprio account Outlook con SMS oppure email su elementi di richiamo indicati.

Attivare la verifica in due passaggi su Microsoft Outlook:

Prima di procedere è opportuno chiarire come l’attivazione della verifica in due passaggi non comporti, come per Gmail, alcun tipo di rischio per l’utente e si propone come un sistema di tutela delle informazioni in un’era dove queste possono esser spesso vitali. La procedura è flessibile ed adattabile in base alle necessità venendo incontro alle tante e possibili situazioni previste nelle quali l’utente potrebbe ritrovarsi senza mai temere di restare bloccato dall’accesso per errori d’impostazione.

Procedura:

Come attivare la verifica in due passaggi su Microsoft Outlook è un sistema sicuramente articolato ma comprensibile attraverso una buona illustrazione di opzioni e passaggi chiave, comprendendo a pieno le possibilità offerte e quali sono le opzioni più consone alle proprie abitudini.

Gli elementi di cui disporre, prima di approcciarsi alla configurazione della verifica in due passaggi, sono il possesso di un numero di cellulare, da legare alla verifica, e di un dispositivo per l’accesso al pannello di regolazione necessariamente da eseguire su browser, che potrà essere sia un computer che uno smartphone oppure un tablet.

Recatevi alla pagina d’accesso di Microsof Outlook, ed una volta nella posta elettronica orientatevi al pannello “Impostazioni” accessibile dall’icona a forma d’ingranaggio sull’area destra selezionando la voce “Opzioni” che vi rimanderà ai settings interni del vostro account Outlook. A questo punto cliccate su “Dettagli account (password,indirizzi, fuso orario)” confermando nella successiva schermata la vostra identità grazie alla conferma di password.

Nella nuova pagina dovrete visualizzare due opzioni fondamentali denominate:

  • Le info di sicurezza consentono di proteggere il tuo account: potrete impostare i recapiti sui quali far vertere la verifica
  • Verifica in due passaggi: avrete accesso all’attivazione/disattivazione dell’opzione di accesso

Le due opzioni non hanno legami di esecuzione, sarete liberi di attivarle entrambe in qualsiasi momento partendo da quale preferite sebbene il nostro personale consiglio sia di seguire l’ordine inserendo prima i recapiti di verifica.

Potrete optare tra due opzioni, “Aggiungi un altro indirizzo email” oppure “Aggiungi un altro numero di telefono“, in entrambi i casi inserite i dati richiesti confermando poi la procedura che vi richiederà l’inserimento del codice di sicurezza inviato per essere certi abbiate accesso a questi elementi, con un SMS/mail inviata sul recapito che vi avviserà del completamento della procedura. Nel caso specifico del numero di cellulare potrete scegliere tra un SMS oppure la ricezione di una chiamata con voce registrata, entrambe senza costi da addebitare sull’operatore telefonico, inoltre vi ricordiamo di cliccare anche sulla voce “Modifica opzioni avvisi” per porre una spunta sui recapiti inseriti nel sistema e da utilizzare per la verifica.

Completato questo passaggio orientatevi alla seconda opzione che vi consentirà di attivare letteralmente la verifica in due passaggi, verrete guidati in un procedura che diversamente da Gmail serve soltanto da switch per abilitarla o disattivarla rendendo utili i recapiti precedentemente inseriti nel vostro account Microsoft Outlook.

Confermate i passaggi, al momento di indicare il dispositivo da voi utilizzato tra Android, iPhone e BlackBerry cliccate su “Configura in seguito” ond’evitare confusione con la modalità “Password per app” e procedete. Al termine del sistema verrete raggiunti una richiesta di conferma al login, tramite codice inviato sui recapiti da voi indicati, in nuovi dispositivi che potrete abilitare come “Sicuri” ponendo la spunta sull’opzione “Accedo spesso a questo dispositivo. Non chiedermi il codice“.

La guida è si conclude quì, per qualsiasi dubbio, domanda o segnalazione, potete fare richiesta direttamente dal Box commenti a fine articolo.