Andy-Rubin-Android

Andy Rubin, il creatore di Android, lascia Google

Il padre fondatore del sistema operativo mobile Android, ora di proprietà di Google, Andy Rubin ha lasciato l’azienda di Mountain View, 19 mesi dopo che aveva in precedenza abbandonato la squadra che si occupava del sistema operativo mobile più utilizzato ad oggi a livello mondiale. Sia Rubin che Google hanno confermato la notizia, ripresa poi dal Wall Street Journal.

Rubin ora sembra che si dedicherà ad un nuovo progetto, un incubatore di start-up interessanti nella costruzione di prodotti di tecnologia hardware, ma al momento non sono stati rivelati altri dettagli in merito. La notizia arriva a meno di 2 anni dalle dimissioni di Rubin stesso da leader del team di Android, e finora era stato dirottato alla visione di altri progetti di Google che riguardavano la gestione della divisione robotica. Da allora la mente numero uno di Android è diventata Sundar Pichai che ricopre ancora il ruolo di comando nel team legato allo sviluppo e gestione del “robottino verde”.

Si tratta della seconda partenza illustre, dopo Hugo Barra, passato alla rivale Xiaomi, ora anche Rubin lascia l’azienda. Nel 2000, Rubin è stato co-fondatore di Danger, poi lasciò tale azienda nel 2003 per co-fondare Android, Inc., società acquistata da Google nel 2005. Sarà interessante vedere quali saranno i nuovi progetti a cui Rubin andrà a lavorare, certo sarà difficile ripetere l’esperienza di Android, ma di certo le capacità nel campo hardware e software non gli mancano.