Android 5.0 Lollipop: migliorata l’autonomia, nuova gestione di WiFi e dati

Sebbene possiate pensare, e sarebbe anche difficile fare altrimenti, che Android 5.0 Lollipop porti con sé soltanto un vasto restyling grafico le sorprese fornite da Google si estendono, in realtà, anche al comparto funzionale andando a migliorare notevolmente alcuni aspetti tra i quali, a spiccare ed anche con gioia, vi è l’autonomia di batteria.

E’ chiaro da tempo come oltre all’incremento capacitivo le soluzioni per migliorare l’autonomia si debbano rivolgere ad un miglioramento software di alcune funzioni relative i consumi, aspetti sui quali Motorola, LG ed anche Sony lavorano da tempo e che sono divenuti propri anche di Android 5.0 Lollipop. L’ultima release introduce infatti una diverse gestione delle connessioni dati e delle reti WiFi partendo dalle segnalazioni di errori, che non saranno più evidenti con la mutazione di colore delle icone da grigio ad arancio in stile KitKat bensì introducono un punto esclamativo saltando subito all’occhio dell’utente.

Il meglio del lavoro condotto dal colosso di Mountain View si esprime però nei permessi, in particolare la release esegue automaticamente una valutazione delle reti eseguendo degli switch automatici verso quelle con migliori qualità di segnale, ovviamente tra le reti abilitate. Questo piccolo espediente fornisce un lieve miglioramento sui consumi anche di risorse di calcolo che diventa netto, e ben più importante, accompagnandosi alle sincronizzazioni dati i cui nuovi protocolli prevedono uno stop in caso d’assenza di connessioni attive, o con una buona tenuta, evitando frequenti tentativi nel tempo di aggiornamento con consumi esasperati.

Si tratta di piccoli miglioramenti in aree da sempre sottoposte all’attenzione dell’utente, costretto ad agire sulle impostazioni e sui permessi in via autonoma, che invece Android 5.0 Lollipop esegue con un automatismo tale da rinvigorire moltissimi modelli. Se il vostro dispositivo è uno dei prossimi ad essere aggiornato, potete consultare l’elenco provvisorio, potete quindi sperare anche in importanti miglioramenti dell’autonomia.