Xiaomi: Microsoft tenta un approccio col colosso cinese, collaborazione in vista?

Il mercato smartphone, secondo gli ultimi dati di analisi, pare abbia oramai raggiunto una saturazione che giova principalmente ad Android ed ai colossi asiatici come Xiaomi, nel primo caso grazie ad un distribuzione in netto aumento e nel secondo con rapporti qualità-prezzo che stanno generando interesse tra gli utenti pur a parità di specifiche tecniche.

Proprio il colosso cinese, uno dei più interessanti del panorama grazie anche alla presenza di figure di rilievo come Hugo Barra, ex Google, sarebbe finito nel radar di Microsoft che dopo l’acquisizione di Nokia punterebbe ad una partnership di lusso per diffondere Windows Phone sul mercato asiatico, ciò soprattutto dopo le parole negative del CEO di Huawei che ha del tutto abbandonato l’OS di Redmond in favore di quello di Mountain View. A dimostrazione di ciò vi sarebbe stato un incontro segreto tra il CEO statunitense Satya Nedella e quello cinese Lei Jun nel quale, è facile supporlo ma non vi sono conferme in tal proposito, potrebbe esser stata discusso l’utilizzo di Windows Phone sui dispositivi Xiaomi, sia smartphone che tablet.

Il colosso cinese vanta un proprio eco-sistema di servizi ed aggiornamenti con punto di forza nell’interfaccia MIUI, l’incontro con Microsoft potrebbe essere anche una risposta al movimento di quote che la messa in vendita di Pantech sta generando e verso la quale proprio Xiaomi vanta un’interesse d’acquisizione magari sollecitata dal supporto dell’azienda di Redmond.