Recuva recuperare file cancellati da Android

Recuperare file cancellati da Android accidentalmente: migliori app

La fretta, si sa, è cattiva consigliera, specie nel contesto tecnologico. A volte, infatti, può capitare di rimuovere per sbaglio dal proprio smartphone/tablet Android un documento al posto di un altro e quando te ne accorgi, ormai è troppo tardi. Tuttavia, il ripristino del file cancellato, sia esso un documento, un’immagine, un e-book, un video o una traccia musicale, non è impossibile. Eccoti perciò una short list delle migliori app su come recuperare file cancellati da Android accidentalmente.

Recuva: l’elenco si apre con un’applicazione gratuita per Android, conosciuta anche dai possessori di iPhone/iPad, oltre che da chi lavora al pc con OS Windows come sistema operativo. La procedura è semplicissima: una volta connesso il dispositivo mobile al computer, basterà avviare Recuva, selezionare la voce “Tutti i file” ed inserire il flag sull’opzione “su Card multimediale o iPod (cerca file cancellati in tutti i drive rimovibili, esclusi CD e floppy). Di fatto, verrà avviato il recupero dei file.

Hexamob Recovery Light recuperare file cancellati da Android

Hexamob Recovery Light: senza ombra di dubbio tra le migliori app per recuperare file cancellati da Android in maniera accidentale, per il semplice fatto che è in grado di operare sia sulla memoria interna dello smartphone o del tablet di turno che sulla sua microSD. Conditio sine qua non per il corretto utilizzo di questo strumento è che sul dispositivo in questione sia stato effettuato il root. L’opzione “Total Recovery” ti consente di usufruire di un recupero totale dei file rimossi, mentre l’opzione “Selective Recovery” ti garantisce l’opportunità di indicare la directory in cui ricercare i documenti. Ogni tipo di file può essere recuperato per tipologia, mediante apposito filtro di ricerca: ”Images”, “Audio”, “Video” ed infine “Others”.

Undeleter for Root Users recuperare file cancellati da Android

Undeleter for Root Users: proprio come nel caso precedente, quest’applicazione gratuita per recuperare file cancellati da Android necessità dei permessi di root. Le probabilità di riavere il documento, sia una foto, un brano musicale, un filmato sullo smartphone o sul tablet sono alte. Tuttavia, come tallone d’Achille sottolineiamo il fatto che è ammesso il ripristino soltanto da un file system FAT.

In conclusione, ricordiamo che un file occupa una specifica area all’interno di qualsiasi sistema operativo. A fronte di ogni rimozione, il settore di riferimento si libera per essere a disposizione del sistema. Nella circostanza in cui non sia avvenuta alcuna sovrascrittura in quell’area potrà avvenire il recupero del file rimosso. In caso contrario, ogni tentativo risulterà vano, a meno che tu non sia un esperto del settore (ci vogliono software altamente professionali).