Guida | Come attivare la verifica in due passaggi su Gmail

Il recente caso di Isleaked, relativo alla falsa notizia di un vasto furto di account Gmail dai database Google, ha ovviamente posto in evidenza uno dei principali problemi tutt’oggi esistenti: ovvero la sicurezza. Nonostante i principali servizi email offrano garanzie di tutela sempre più complessi da superare, tra questi il colosso di Mountain View è in primo piano, non tutti ne conoscono i meccanismi perdendo l’occasione di tutelarsi con sistemi presenti ma poco utilizzati, come nel caso della verifica in due passaggi.

Si tratta infatti di un meccanismo di controllo degli accessi che vincola, tramite alcuni richiami impostati dall’utente in base alle preferenze, all’utilizzo di codici di accesso forniti al momento dell’utilizzo tramite numeri cellulari che, almeno in teoria, soltanto il legittimo proprietario dell’account dovrebbe possedere.

Attivare la verifica in due passaggi su Gmail:

Prima di procedere è opportuno chiarire come l’attivazione della verifica in due passaggi non comporti, se correttamente eseguita, alcun tipo di rischio per l’utente bensì offre un’ulteriore firewall di blocco per accessi indesiderati venendo persino informati. L’attivazione di questa modalità, nata con Gmail ma diffusasi anche su altri account, è ovviamente reversibile ma soprattutto flessibile in base alle esigenze dell’utente: è infatti possibile rendere esenti dal controllo tutti i dispositivi dai quali siamo soliti condurre molteplici accessi giornalieri, su nostra volontà, semplificandone la gestione.

Procedura:

Come attivare la verifica in due passaggi su Gmail è un meccanismo articolato ma non complesso, richiederà giusto qualche minuto per poter limare al meglio il blocco di sicurezza sugli accessi permettendovi d’investire opportunamente il vostro tempo senza avere più problemi, specialmente vista la crescente importanza di un account email.

Il primo passo da compiere è ovviamente disporre di un numero di cellulare, che vorrete legare alla verifica, e di un dispositivo per l’impostazione iniziale che potrà essere sia un computer che uno smartphone oppure un tablet, sfruttando però il browser.

Recatevi alla pagina d’accesso di Google, oppure recatevi alla sezione “Account” da un qualsiasi servizio nel quale abbiate già eseguito l’accesso, per essere reindirizzati ad una pagina di gestione delle principali opzioni sulla vostro account Gmail. Spostatevi sulla scheda “Sicurezza“, e nella sezione “Password” cliccate sulla voce “Impostazioni” che visualizzerete di fianco la voce “Verifica in due passaggi“. A questo punto, qualora sia la prima volta che vi accedete, visualizzerete una schermata introduttiva che vi guiderà passo dopo passo per la configurazione.

Cliccate sulla voce “Inizia Configurazione” ed inserite il numero di cellulare da voi prescelto, un preferito capace di fornirvi sicurezza non smarrendolo poiché diverrà la chiave d’accesso al vostro account, ed infine selezionate la modalità di ricezione dei codici se tramite “SMS” oppure “Chiamata“, noi vi consigliamo il primo per comodità. Una volta completato con “Invia codice” riceverete un primo SMS di prova dal quale prendere il codice per abilitare il processo di verifica in due passaggi, che sarà da questo momento sempre attivo su qualsiasi dispositivo.

Nella prima configurazione, prima di completare la procedura, vi verrà chiesto se vorrete abilitare nell’elenco degli accessi sicuri il dispositivo che state utilizzando in modo da non ricevere più il codice, la scelta dipenderà ovviamente da voi e dalle vostre abitudini, ma sappiate che potrete, in caso di smarrimenti o furti, disabilitare i devices indicati come sicuri in qualsiasi momento. Terminato il tutto superate la finestra pop-up relativa al collegamento di app e dispositivi, che v’illustreremo in una guida dedicata.

A questo punto avrete abilitato la verifica in due passaggi, che potrete ovviamente ottimizzare con due ulteriori strumenti di supporto come: il numero di backup ed i codici di backup. nel primo caso, opzione accessibile nella sezione “Opzioni di backup“, cliccando su “Aggiungi un numero di telefono“, potrete inserire un secondo numero al quale ricorrere in caso d’indisponibilità del primo da voi scelto come primario nella procedura appena conclusa. Nel secondo caso, invece, potrete stampare dei codici già generati ai quali ricorrere in caso d’indisponibilità dei vostri numeri di cellulare, opzione similare ai codici d’accesso limitati ed offerti per l’internet banking con alcune carte in assenza di generatori continui ed automatici che, una volta utilizzati, saranno automaticamente declassati da Gmail e resi inutilizzabili.

Vi ricordiamo come anche nel caso degli SMS, i codici sono validi per singolo accesso e vantano una validità limitata nel tempo. Ogni volta che eseguirete l’accesso al vostro account da qualsiasi dispositivo, o qualcuno dovesse tentare l’accesso pur conoscendo la vostra password, verrà richiesto il contestuale codice inviato in quell’istante sui numeri indicati.