Google Hangouts: nuova interfaccia, chiamate vocali e scissione da Google+

Le recenti novità diffuse da parte di Google per alcuni servizi, appartenenti alle Google Apps, non stanno mancando di fornire interessanti spunti su obiettivi e prospettive future le quali, nel caso specifico di Google Hangouts, hanno mostrato scelte decisamente interessanti anche disattese.

Il nuovo aggiornamento ha infatti ristrutturato completamente l’idea dell’applicazione che, in un mercato di messaggistica istantanea particolarmente aggressivo, ha dovuto perfezionare molteplici aspetti per migliorare la user experience come l’interfaccia riprogettata per risultare più affine allo stile del Material Design di Android L insieme ad alcuni elementi funzionali come le chiamate vocali. Quest’ultima scelta consente a Google Hangouts di battere sul tempo il rivale WhatsApp, pur non essendo un esclusiva fornita da tempo da altri competitor tra i quali spicca lo stesso Facebook Messenger.

L’interfaccia risulta molto similare al nuovo stile visionato nell’ultimo massiccio aggiornamento di Google+, app con la quale ha sempre condiviso un certo legame di utilizzo ad oggi risultato limitante nell’espansione del servizio motivo che ha spinto l’azienda californiana ad optare per la scissione da Google Hangouts disponibile, in particolare nelle chiamate vocali, anche senza il possesso di un profilo sul social. Restano da verificare i dubbi sulla reattività di risposta in invio e ricezione messaggi che il servizio ha sempre manifestato, evidenziando una certa sofferenza rispetto alle alternative, le indicazioni appaiono però più che positive.

Se non l’avete ancora fatto potete eseguire l’aggiornamento direttamente dal Google Play Store: Google Hangouts