Sorprese sui test batteria per il Samsung Galaxy Alpha

La presentazione del nuovo Samsung Galaxy Alpha, vero top di gamma dell’azienda coreana e primo dispositivo a dotarsi in famiglia di una scocca in metallo, ha ovviamente destato particolare attenzione nel settore per quelle che, stando almeno alla scheda tecnica ufficiale del dispositivo, si sono presentate come caratteristiche decisamente di livello tra le quali, però, a destare sospetti sin da subito sarebbe stata la batteria.

Non tanto per la capacità, limitata a soli 1810 mAh, quanto soprattutto per l’alimentazione del SoC correlato e basato su di un processo con struttura octa-core che ha ovviamente indotto a timori relativamente alla longevità del modello che i primi test sulla batteria hanno confermato essere fondati, fornendo anche delle sorprese. Visionando i test di batteria, ponendo il Samsung Galaxy Alpha a confronto con competitors come Sony Xperia Z2, LG G3, HTC One M8 e persino lo stesso Galaxy S5, il paragone è risultato impietoso soprattutto in chiamata con dati che hanno svelato una debolezza ben più ampia e marcata di quanto si fosse ipotizzato in sede di presentazione.

Un punto negativo per Samsung che proprio sul Samsung Galaxy Alpha conta di poter risollevare i rendimenti economici stimolando le vendite, ma appare chiaro che la concentrazione sulla scocca in metallo ed il design abbia fatto perdere di vista altri punti ben strutturati in modelli di recente presentazione come il Galaxy S5 ed il Galaxy S5 Mini.